rotate-mobile
Sabato, 23 Settembre 2023
Cultura Mirandola

Mirandola, fuori il programma della stagione teatrale dell'Auditorium Rita Levi Montalcini

"Una stagione teatrale da vivere insieme", che prenderà il via in novembre per poi concludersi nel mese di aprile. In totale sono 13 gli spettacoli previsti

 Dal 10 novembre 2023 al 10 aprile 2024, tredici spettacoli tra musica, prosa, danza, circo contemporaneo - tutti con inizio alle ore 21  - che coniugano alta qualità, impegno e leggerezza con nomi di punta del panorama teatrale non solo italiano, offriranno agli spettatori dell'Auditorium Rita Levi Montalcini di Mirandola di tutte le età un viaggio ricco di suggestioni ed emozioni.

Ad aprire la stagione, dopo il successo delle prime due edizioni, da venerdì 10 a domenica 12 novembre 2023 riprende il proprio percorso la rassegna musicale Mirandola Jazz Festival in collaborazione con Associazione Più Mirandola, La Pica, Fondazione Scuola di Musica C. e G. Andreoli con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola.
 
Il primo appuntamento di prosa in cartellone è fissato per mercoledì 22 novembre con Ma per fortuna che c’era il Gaber di e con Gioele Dix. Il regista teatrale e cabarettista, accompagnato da Silvano Belfiore al pianoforte e da Savino Cesario alle chitarre, ricorda l'immenso talento del cantautore filosofo Giorgio Gaber tramite versi mai musicati, brani inediti e monologhi mai completati.
 
Sabato 9 dicembre è di scena la stand-up comedy con Paola Minaccioni in Stupida Show: nei panni dell’antieroina per eccellenza, l’attrice dà voce, sotto forma di monologo, a tutta quella follia e a quelle frustrazioni che ci abitano, ma non abbiamo mai avuto il coraggio di confessare a nessuno; una comicità dissacrante e travolgente che abbatte il muro della retorica.
 
Il nuovo anno si apre con il circo contemporaneo, venerdì 5 gennaio la compagnia Teatro Necessario presenta Clown in libertà, un momento di euforia, ricreazione e ritualità per tre simpatici e talentuosi clown alle prese con l’allestimento di uno spettacolo per divertire, stupire e conquistare il pubblico cercando con ogni mezzo di sorprenderlo. Lo spettacolo risulta un unico e continuo viaggio musicale che non si interrompe ‘quasi’ mai, nemmeno durante le acrobazie più impensabili di questi tre buffi clown. 

Uno dei più prolifici e seguiti scrittori del panorama nazionale, Paolo Nori, salirà sul palcoscenico dell’Auditorium venerdì 19 gennaio con il suo nuovo spettacolo La libertà. Primo episodio. Accompagnato dalle musiche originali composte da Alessandro Nidi, Paolo Nori parla, racconta e si racconta attraverso due figure straordinarie della letteratura russa, per un primo tentativo, per una prima tappa di un percorso possibile sul concetto di libertà.

Spezzato è il cuore della bellezza è il titolo dello spettacolo in scena venerdì 2 febbraio, di Mariano Dammacco, con Serena Balivo ed Erica Galante, vincitore del premio Ubu 2020-2021 nella categoria Nuovo testo italiano/scrittura drammaturgica. È la storia di un triangolo amoroso - lui, lei, l’altra – e offre allo spettatore uno sguardo sull’amore nelle sue pieghe dolorose e tormentate attraverso la convivenza di tragedia e umorismo.

Nell’ambito del progetto regionale ‘Teatro e Salute Mentale’, venerdì 16 febbraio la compagnia Exit presenta Quel luogo dentro di noi: uno spettacolo che nasce da tante storie, tanti intrecci, da un confronto su temi e personaggi di grandi opere, da Molière a Pirandello, storie vicine a tutti noi, storie di tutti noi.

Sabato 24 febbraio arriva sul palcoscenico dell’Auditorium lo spettacolo vincitore del Premio della Critica 2022, Le Supplici di Euripide con la regia di Serena Sinigaglia. Il discorso tanto caro a Euripide, che parla di pacifismo e amore tra i popoli, di dolore e di pietà delle madri protagoniste della tragedia greca si intreccia ad un sottile ragionamento politico per ritrovarci intatti tra le pieghe dei giorni che stiamo vivendo.

Anche la danza contemporanea sarà di scena a Mirandola: venerdì 8 marzo il danzatore e coreografo keniota Anuang'a Fernando presenta la sua ultima creazione We are Nomads. Come nei suoi precedenti lavori, anche in questo solo i canti tradizionali masai fanno da sfondo a rappresentare la memoria ancestrale e la potenza ritmica, in questa specifica danza assisteremo ad una riflessione sul concetto di viaggio, di ricerca, sulla nostra condizione di “nomadi”.

Mercoledì 27 marzo, la storica coppia del teatro italiano composta da Elena Bucci e Marco Sgrosso, rilegge uno dei drammi più significativi di Henrik Ibsen, La casa dei Rosmer, i due attori ci condurranno in un viaggio attraverso le stanze segrete di una casa che diventa simbolo di relazioni, dubbi, inquieti sguardi sul futuro. Il testo scritto nel 1886 descrive uno scenario di contraddizioni che viviamo nel nostro presente e che si ripete nella storia.

Fine di stagione con una commedia brillante e divertente, Massimiliano Gallo e Fabrizia Sacchi sono i protagonisti di Amanti di Ivan Cotroneo, mercoledì 10 aprile. Ivan Cotroneo, regista televisivo e cinematografico, firma una commedia sull’amore, sul sesso, sul tradimento e sul matrimonio, sulle relazioni di lunga durata e sulle avventure a termine, sul maschile e sul femminile, e in definitiva sulla ricerca della felicità che prende sempre strade diverse da quelle previste.L’Auditorium Rita Levi Montalcini aderisce per il secondo anno a Sciroppo di teatro, il progetto lanciato da ATER Fondazione, in rete con gli assessorati alla Cultura, al Welfare e alla Sanità della Regione Emilia-Romagna, che porta bambini e famiglie a teatro con la ‘ricetta’ del pediatra. La programmazione degli spettacoli verrà annunciata nel corso della stagione.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirandola, fuori il programma della stagione teatrale dell'Auditorium Rita Levi Montalcini

ModenaToday è in caricamento