rotate-mobile
Green

Smart city, entro l'anno 60 punti WiFi in città

In Consiglio giovedì 10 dicembre discussione sulla relazione dell’assessora Ferrari rispetto alle 18 azioni avviate: dalla banda ultra larga al Data center

Entro la fine dell’anno saranno una sessantina i punti di accesso al wi fi libero e gratuito della rete comunale ModenaWiFi, dopo i 31 attivati nel 2015, mentre un’altra decina è in corso di realizzazione. Lo ha annunciato nei giorni scorsi l’assessora a Bilancio e Smart city del Comune di Modena Carla Ludovica Ferrari presentando in Consiglio comunale l’aggiornamento sullo stato di attuazione del Piano “Prime Azioni per lo sviluppo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e per una città intelligente”.

La copertura della città con 190 punti a banda ultra larga senza vincoli di utilizzo, infatti, è la prima delle 18 azioni previste dal Piano che prevede anche interventi per l’estensione della banda ultra larga, per migliorare il monitoraggio ambientale, per realizzare un Data center territoriale e totem digitali, fino alla riconversione energetica, al miglioramento della comunicazione con i cittadini e per una cultura diffusa del digitale. Nella seduta del Consiglio comunale di giovedì 10 dicembre è in programma la discussione sulla relazione presentata dall’assessora e sugli eventuali ordini del giorno dei gruppi consiliari.

Del Piano fa parte anche l’appuntamento di mercoledì 16 dicembre della Modena Smart Community (“Modena città sensibile: i #bigdata nella città delle persone e delle cose”, ore 17.45, sala di Rappresentanza del Palazzo comunale in piazza Grande) che è aperto a tutti, esperti e non del digitale, per confrontarsi sul cosiddetto “Internet delle cose”: oggetti in rete, persone come sensori, artigiani digitali, stampanti 3D come elettrodomestici, acquisti on line, auto connesse ad internet.

Nella relazione illustrata in Consiglio, l’assessora ha ricordato anche che è già stata stanziata la quota di finanziamento per il collegamento MAN delle 37 scuole primarie di Modena, è stato realizzato il collegamento con il Museo Enzo Ferrari e sono in corso i lavori nell’area di Quattro Ville (anche per la video sorveglianza). Si è svolta, inoltre, la prima seduta del Tavolo Modena 2.0 che riunisce tutti i soggetti interessati ai piani di sviluppo della banda ultra-larga, mentre è in corso l’elaborazione del Catasto del sottosuolo (per i progetti di posa di fibra) e la mappatura delle esigenze di connettività dei cittadini, utili alla predisposizione di un piano per elevare la città agli standard europei in fatto di connettività internet.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smart city, entro l'anno 60 punti WiFi in città

ModenaToday è in caricamento