Il giorno della Liberazione di Modena: cosa accadde quel 22 Aprile 1945

Ripercorriamo momento dopo momento quel 22 Aprile in cui Modena fu liberata

Forse non tutti i modenesi lo sanno ma il nostro giorno della Liberazione non è il 25 Aprile, ma il 22 Aprile. In effetti il 25 Aprile è stata adottata come festa nazionale della Liberazione perché è il giorno in cui fu liberata la città di Milano, perché per esempio solo il 29 Aprile i neozelandesi raggiunsero Venezia e solo il 2 maggio Trieste. Pertanto in questo articolo andremo a ripercorrere il 22 Aprile, ovvero il vero giorno della Liberazione della città di Modena, e lo faremo spiegando gli avvenimenti ora dopo ora:

Notte  - I modenesi non riescono a dormire, perché chi abita più vicino alle zone di montagna avrà già sentito il rombo dei cannoni, e chi è veramente in prossimità delle pendini dei monti avrà scorso il cielo di un color rosso molto particolare.

Alba - Arriva l'alba e si dà avvio a quella Domenica che avrebbe cambiato per sempre la storia della nostra città. Il cielo è chiaro e il vento che attraversa la città di Modena. In lontananza si potevano udire carroarmati e bombe.

Mattino - Iniziano i combattimenti alla Crocetta, alla Sacca, a Freto a Baggiovara e a Cognento. I partigiani iniziano l'avanzata verso la città rompendo le righe tedesche. Si narra che due tedeschi presero due biciclette e con quelle scapparono dalla città mentre i modenesi li insultavano e li deridevano. I combattimenti giunsero in centro storico, il luogo cruciale fu innanzi a piazza Sant'Agostino dove un sacerdote, don Ferdinando Grillini, ad aiutare i feriti da portare all'ospedale. I partigiani avanzarono e raggiunsero piazza Roma, che all'epoca era chiamata Piazza Impero. Il combattimento fu molto veloce.

Ore 11:00 - Le campane della Ghirlandina iniziarono a suonare. Le persone uscirono dalle proprie case e iniziarono ad abbracciarsi. Tuttavia scorreva tra la popolazione ancora un timore, ovvero che gli angloamericani inconsapevoli della liberazione della città, scegliessero di bombardare. Così i tetti furono coperti con lenzuoli bianchi per segnalare la liberazione.

Ore 12:00 - Alfeo Corassori, il sindaco designato dal CLN, entro nel palazzo Comunale. Ciò che trovò insieme ai suoi uomini furono gli uffici vuoti. 

Ore 16:30 - I tedeschi scapparono da Piazza Impero e dalla città di Modena, così i partigiani salirono sul balcone dell'edificio e issarono i drappi bianchi.

Tramonto - Giunsero in città i carri armati americani, in particolare si trattava di dodici Shermann con stella bianca, sfilando per le vie della città tra gli applausi dei modenesi.

20:30 - Gli americani, in comune accordo con il CLN, decisero di dichiarare il coprifuoco per la notte e i modenesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla fine della giornata si contarono ben trentaquattro partigiani morti e messi in disparte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

  • Coronavirus. 1.212 nuovi positivi e 14 decessi in regione. Modena prima provincia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento