rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Animali

Recupero e degenza del lupo appenninico ferito, nel 2022 una collaborazione tra Modena e Reggio Emilia

il Centro Recupero Fauna 'Il Pettirosso' di Modena e il Rifugio Matildico di Reggio Emilia uniranno forze e competenze per recuperare e salvaguardare gli esemplari di lupo appenninico vittime di investimento o in difficoltà

Nel 2022 il Centro Recupero Fauna 'Il Pettirosso' di Modena e il Rifugio Matildico di Reggio Emilia uniranno forze e competenze nello sforzo di recuperare e salvaguardare gli esemplari di lupo appenninico feriti o in difficoltà.

La collaborazione tra le due strutture nasce dall'esigenza di un adeguamento delle strutture del Rifugio Matildico per la lungodegenza del lupo appenninico, vittima, quest'ultimo, di frequenti investimenti nelle province montane del territorio. 'Il Pettirosso', d'altro canto, metterà a disposizione le proprie strutture, incluse di 10mila mq di bosco e munite di telecamere di videosorveglianza ad infrarossi, per la degenza, la cura e la riabilitazione degli esemplari di lupo feriti.  

"Purtroppo nelle nostre province - afferma Pier Francesco Milani, direttore del Centro Fauna Selvatica 'Il Pettirosso' - i lupi sono vittime soprattutto di incidenti stradali causati dalle elevate velocità dei conducenti che sempre più spesso non si fermano per accertarsi delle condizioni dell'animale investito, come invece prevede il codice della strada. Per questo è fondamentale rilevare, se si è testimoni di un investimento, il numero di targa del fuggitivo: la fauna selvatica è un prezioso patrimonio di tutti".

VIDEO | Per anni scambiato per un cane, lupo melanico soccorso dal Pettirosso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recupero e degenza del lupo appenninico ferito, nel 2022 una collaborazione tra Modena e Reggio Emilia

ModenaToday è in caricamento