rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Attualità Mirandola

Pensionamenti e trasferimenti, per il Commissariato di Mirandola "carenza al limite"

Il sindacato Siulp denuncia la situazione del presidio di Polizia che "già adesso fatica molto a garantire tutti i servizi di controllo del territorio, di polizia giudiziaria e di servizi al cittadino". Sostegno dall'Amministrazione comunale

"Quella che oggi come oggi è sicuramente una carenza organica al limite, tra breve tempo diventerà drammatica e, come avevamo già previsto, dovranno essere fatte delle scelte dolorose che riguarderanno la riduzione di alcuni servizi". Il sindacato Siulp lancia nuovamente l'allarme sulla situazione del Commissariato di Polizia di Mirandola, che unisce criticità dal punto di vista dell'organico che si sommano a quelle di una sede precaria.

"Nelle prossime settimane, il Commissariato perderà altri due operatori che andranno in pensione, senza che si paventi la loro possibile sostituzione, come già peraltro accaduto con un pensionamento dello scorso luglio ed un altro del novembre 2022 - spiega il sindacato di polizia - Altri due operatori abbandoneranno il Commissariato per trasferimento ministeriale nello stesso periodo, andando ad aggravare ogni singolo settore di quell’ufficio di Polizia, da tempo considerato di serie B e conseguentemente trascurato. A poco o nulla serviranno i due agenti in prova che giungeranno con le assegnazioni di metà dicembre, visto e considerata l’emorragia di personale poc’anzi descritta: tamponeranno in maniera assolutamente marginale il lento ma inesorabile declino che il Commissariato di Mirandola vive".

Cerca di gettarsi dalla finestra del Commissariato, paura e polemica a Mirandola

Il segretario Butelli commenta: "Non spetta sicuramente a noi dire come e quando ciò avverrà, ma ci rammarica profondamente che quel personale non possa servire i cittadini come vorrebbe, trovandosi peraltro con quantità di lavoro che aumenta, personale ridotto e un monte ore straordinari sempre molto risicato".

"Nei prossimi giorni, il Siulp chiederà di incontrare il sindaco di Mirandola non solo per ringraziare per l’attenzione manifestata, ma soprattutto per spiegare le difficoltà ed i disagi che i poliziotti del Commissariato di Mirandola vivono a causa della grave carenza di personale e, assieme ai colleghi del Distaccamento Polizia Stradale, anche per la mancanza di una sede adeguata  - chiosa il sindacato - Auspichiamo che anche altri sindaci della Bassa Modenese possano ascoltare la richiesta d’aiuto del Siulp, poiché quando più voci si uniscono forse è più facile raggiungere risultati che al momento paiono, se non impossibili, davvero molto difficili".

Proprio l'Amministrazione Comunale di Mirandola fa sapere che le preoccupazioni del Sindacato "sono esattamente le stesse dell’Amministrazione Comunale. Auspichiamo che il Ministero destini nuovo organico al Commissariato di Mirandola".

"L’Amministrazione resta a completa disposizione della Polizia per un confronto volto ad aggiornare il Sindacato in merito agli sforzi compiuti dalla Giunta, nei confronti del Ministero degli Interni, al fine di sbloccare quanto prima i lavori presso la sede del futuro Commissariato di PS (ex GIL) e distaccamento della Polizia Stradale. Un piano che, a differenza di quello precedente ed originario, risulta modificato e potenziato al fine di consegnare una sede completa e moderna al Corpo", si legge in una nota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensionamenti e trasferimenti, per il Commissariato di Mirandola "carenza al limite"

ModenaToday è in caricamento