Attualità

Totem interattivi in piazza Grande e servizi innovativi, il bando per l'accoglienza del Comune

Sono le novità previste nel bando della gara indetta dal Comune di Modena per l’affidamento dei servizi di informazione, accoglienza e comunicazione dell’ente

Un “contact center” in grado di garantire ai cittadini un punto di contatto integrato, semplice ed efficace con l’Amministrazione; totem interattivi nelle sedi dei Quartieri e in altre sedi comunali dai quali sarà possibile videochiamare l’Ufficio relazioni con il pubblico (Urp); un nuovo servizio di deposito e ritiro atti collocato all’Urp di piazza Grande, più accessibile rispetto a quello attuale (che si trova all’interno del Palazzo comunale) e con orari di apertura ampliati.

Sono le principali novità, pensate per rispondere al meglio alle esigenze dei cittadini e operative dal prossimo settembre, previste dalla gara di appalto indetta dal Comune di Modena per il nuovo affidamento dei servizi di informazione, accoglienza, relazione con i cittadini, canali di comunicazione e produzioni multimediali dell’ente attualmente gestiti dalla società cooperativa Mediagroup98.

Il bando per la gara a procedura aperta, che scadrà il 31 maggio, è indirizzato a operatori economici con sede in Italia e nell’Unione europea iscritti alla piattaforma Sater, e ha un valore, a base d’asta, di 5 milioni 286 mila euro, che tiene anche in considerazione il fatto che, in virtù dei nuovi servizi, si stima un aumento significativo del numero di ore/anno per l’esecuzione della prestazione (dalle attuali 48.828 a 53.846). L’appalto sarà assegnato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, con valutazione prioritaria per l’offerta tecnica nell’ambito della quale potranno anche essere proposte migliorie qualitative.

Il bando di gara e tutte le informazioni per partecipare sono pubblicati sul sito del Comune (www.comune.modena.it/servizi/appalti-pubblici).

Come accade già ora, i servizi saranno suddivisi in tre macroaree, informazione, comunicazione e accoglienza, integrate tra loro in modo da realizzare sinergie e agevolare sia le funzioni di front office che quelle di back office, ma saranno, appunto, aumentati di numero e rimodulati con nuove modalità operative.

L’area informazione e relazione con i cittadini vedrà, dunque, un Urp integrato dai nuovi servizi di Contact center e videochiamata, e la conferma degli attuali servizi come l’Informagiovani, il centro Europe Direct, l’assistenza ai cittadini per l’accesso ai servizi on line dell’amministrazione pubblica, la gestione delle postazioni pubbliche di accesso a internet e del punto informativo dei Servizi demografici di via Santi. L’area comunicazione continuerà a gestire i canali di comunicazione digitali dell’amministrazione comunale e la produzione dei contenuti multimediali. I servizi di accoglienza, controllo e supporto tecnico avranno in carico, come ora, le attività di primo contatto con i cittadini che si rivolgono al Gabinetto del sindaco e le funzioni di supporto ai matrimoni e alle unioni civili, gestiscono tutte le attività di reception e forniscono supporto tecnico per l’organizzazione e la gestione delle attività che si svolgono nel Palazzo comunale e delle attività pubbliche.

Il nuovo affidamento partirà dall’1 settembre 2021 e avrà una durata di tre anni, rinnovabile per ulteriori 12 mesi e con la possibilità di una proroga tecnica di sei mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Totem interattivi in piazza Grande e servizi innovativi, il bando per l'accoglienza del Comune

ModenaToday è in caricamento