menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il quartiere e la città ricordano Ghizlan, in 500 alla fiaccolata

Tanta gente è scesa in strada in zona Musicisti per rendere omaggio alla donna uccisa barbaramente. Aperto un conto di solidarietà

Un serpentone silezioso si è snodato dal parco di via San Giovanni Bosco attraverso le vie del quartiere Musicisti, fermandosi per alcune riflessioni in via Puccini, sotto l'abitazione che è stata di Ghizlan El Hadraui, la 37enne assassinata lo scorso 6 febbraio. Una grande partecipazione ha contraddistinto la fiaccolata indetta per le 19 di oggi a ricordo della donna marocchina, molto conosciuta nella zona nella quale risiedeva da tanti anni.

Circa 500 le persone che hanno preso parte alla manifestazione, fra esponenti delle associazioni femminili, amiche di Ghizlan e amici dei figli della 37enne, oltre a molte famiglie di residenti e ad esponenti politici di vari partiti, tra cui il sindaco Gian Carlo Muzzarelli in fascia tricolore. Una prova di grande solidarietà e una dimostrazione di attenzione da parte della comunità verso un delitto efferato, che ha scosso profondamente molti modenesi per l'atrocità e l'apparente freddezza con cui è stato compiuto. Al momento, ricordiamo, il marito della vittima si trova in carcere come unico sospettato di omicidio premeditato e distruzione di cadavere.

La comunità parrocchiale di San Pio X ha anche attivato un'iniziativa di sostegno ai figli di Ghizlan, ora rimasti soli, offrendo la possibilità di effettuare un bonifico sul conto intestato a parrocchia San Pio X presso la Banca Interprovinciale Spa filiale di Vignola (Iban: IT55G0339567070CC0040014019) con causale: “Per i figli di Ghizlan, Imam e Nassim”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento