rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Attualità

Operazione Ruscout, oltre 190 scout e volontari ripuliscono la le aree della città

Oltre 120 scout (tra i 16 e i 20 anni) e 70 cittadini e volontari hanno risposto alla chiamata all’azione lanciata da Modena Pulita e AGESCI Zona di Modena per “l’operazione Ruscout”. L’iniziativa, svolta nella giornata di domenica 14 aprile, ha coinvolto numerose realtà di volontariato modenesi, attive su tematiche ambientali e sociali, che insieme si sono prese cura della città, sparse in ogni quartiere.

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI MODENATODAY

Ad ogni gruppo scout è stata assegnata una missione da svolgere in un determinato luogo della città, guidati dai volontari delle associazioni che li hanno accolti e gli hanno fatto conoscere la propria realtà. Infatti, oltre a svolgere delle concrete azioni di bene, l’obiettivo era anche quello di conoscere e promuovere le attività che fanno bene all’ambiente, alla città e a chi ci abita. Le attività di volontariato sono partite nel primo pomeriggio e si sono prolungate fino a sera. Una volta terminate, i ragazzi si sono spostati in bicicletta per ricongiungersi tutti insieme al Parco XXII Aprile. La cena solidale è stata preparata dallo spazio Lodola (ex bar arcobaleno all’interno del parco), nell’ottica di un progetto di integrazione e con un’attenzione particolare alla provenienza etica e sostenibile delle materie prime e al zero-waste usando piatti e posate riutilizzabili portate da ciascuno scout.

Operazione Ruscout - 14 aprile 2024

Tra i presenti, hanno partecipato anche alcuni dei volontari incontrati durante la giornata, oltre a Don Erio Castellucci e all’assessora all’ambiente Alessandra Filippi che ha ringraziato gli scout per il loro esempio e per il loro grande impegno verso la città.

L’iniziativa ha portato alla rimozione dall’ambiente di 1810 Kg di rifiuti, al restauro di 12 di panchine e all’incontro con decine di persone che hanno arricchito questa esperienza. L’evento è stato organizzato da una pattuglia di scout per il progetto “Aiutiamo, non rifiutiamo” (premiato al concorso “Abbiamo nel cuore” del Gruppo Hera e Comune di Modena) nato proprio per dare un contributo alla città, cercando di unire la tutela dell’ambiente all’incontro con il prossimo. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Modena e ha ottenuto supporto materiale del Gruppo Hera per fornire quanto necessario alle attività di volontariato e per gestire il successivo riciclo e smaltimento dei rifiuti rimossi dall’ambiente. Tutte le realtà di volontariato coinvolte hanno dimostrato la loro soddisfazione per l’esito dell’iniziativa e per i bei momenti passati insieme ai ragazzi scout, la cui missione proseguirà nell’impegno quotidiano per un mondo migliore.

Matteo Cimitan: “Baden Powell ha affidato a noi scout una missione: lasciate questo mondo un po’ migliore di come lo avete trovato. Insieme ai volontari della città, abbiamo cercato di fare proprio questo. Con l'entusiasmo con cui hanno svolto queste attività di volontariato, questi ragazzi ci hanno dimostrato come sia possibile costruire insieme un mondo migliore, basta crederci! Non è solo speranza, è proprio fiducia nel futuro!”

Hanno partceipato: Gruppo verde e panchine, Plastic Free, Cittadini attivi Quartiere 3 e 4,  Legambiente, Centro del riuso Tric e Trac, Cooperativa l’Angolo, Volontari del verde di San Damaso e Porta Aperta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Ruscout, oltre 190 scout e volontari ripuliscono la le aree della città

ModenaToday è in caricamento