Attualità

Gite fuori comune per andare sulla neve? Dubbi "arancioni" e multe

Ieri, prima giornata con misure più restrittive, molti si sono recati in Appennino interpretando in maniera "permissiva" le Faq del Governo

Zona arancione? Sì, ma in montagna (se questa è presente sul territorio regionale) ci si puo' andare comunque per praticare attività sportiva come sci alpinismo, ciaspolate e sci di fondo. A quanto pare ieri, prima domenica in cui sono entrate in vigore le nuove fasce colorate, "molte persone" in Emilia-Romagna hanno interpretato in modo esteso la Faq sulle misure adottate dal Governo per evitare la diffusione del Coronavirus. 

La conferma arriva direttamente dalla squadra del Soccorso alpino della Regione Emilia-Romagna (Saer), che anche ieri, prima domenica di zona arancione per l'Emilia-Romagna, è comunque dovuta intervenire per 'salvare' ciaspolatori non troppo esperti rimasti bloccati sulla neve. 

Racconta Danilo Righi, referente del Saer: "Ho sentito i ragazzi della squadra che erano in disponibilità su e posso dire che in tutta la regione di gente in montagna ce n'è, nonostante i Dpcm e nonostante i divieti", continua Righi. 

In realtà però, non si tratta di fuorilegge, al massimo di 'scaltri' interpreti delle norme. Leggendo le Faq del Governo infatti è scritto chiaramente che: "È possibile recarsi in un altro Comune, dalle 5 alle 22, per fare attività sportiva solo qualora questa non sia disponibile nel proprio Comune (per esempio, nel caso in cui non ci siano campi da tennis), purchè si trovi nella stessa Regione o Provincia autonoma". Quindi se in pianura la neve non c'è, ci si sente autorizzati a spostarsi in montagna. Ed è proprio interpretando in modo esteso questa dicitura ufficiale del Governo che molti ieri si sono recati in montagna a fare attività sportiva, anche se questo ha significato spostarsi in un Comune diverso da quello di residenza, cosa vietata dalle regole della fascia arancione.

"In particolare, i Carabinieri forestali mi hanno segnalato che hanno elevato diverse contravvenzioni ma non perchè erano in gita ma perchè attraversavano le piste da sci con le ciascople. C'è una legge che dice che non puoi impegnare le piste da sci", dice l'esperto del Saer, precisando che se pero' si fa sci alpinismo (quindi fuori dalle piste battute) non ci sono problemi, almeno in questo caso. "Sta di fatto che c'è gente. Ma interpretazioni ufficiali (sulle norme, ndr) dalla direzione nazionale ad ora non ne abbiamo", conclude Righi, specificando che per ora si attende il Consiglio dei ministri di oggi per capire se ci saranno o meno delle regole più precise su quello che è consentito fare o meno in zona arancione. 

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gite fuori comune per andare sulla neve? Dubbi "arancioni" e multe

ModenaToday è in caricamento