rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Economia

Poste, c'è una nuova responsabile del servizio di recapito

Nel Modenese Lorella Brasini coordinerà l’attività di 13 Centri di Recapito e 12 Presìdi di Distribuzione

Lorella Brasini è la nuova responsabile territoriale del recapito per le province di Bologna e Modena (Recapito Area Manager 1). Laureata, ha in precedenza guidato, con il medesimo incarico sia la Ram 3 (province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia), sia la Ram 2 (tutta la Romagna e la provincia di Ferrara). Pertanto possiede una vasta esperienza nel settore sviluppata su tutto il territorio regionale, oltre ad avere in precedenza ricoperto altri incarichi di responsabilità all’interno dell’azienda.

La nuova dirigente sovrintenderà nel Modenese all’attività di 13 Centri di Distribuzione e 23 Presìdi, il cui personale interno e i portalettere provvedono alla lavorazione e al recapito della corrispondenza indirizzata a oltre 318.700 famiglie e 48.500 attività industriali, commerciali e professionali ubicati nei 47 Comuni della provincia.

«Grazie al palmare e al pos di cui sono muniti - ha evidenziato la Brasini -, i nostri addetti al recapito in provincia di Modena sono in grado di offrire a domicilio anche una serie di servizi a valore aggiunto come il pagamento di qualsiasi tipologia di bollettino postale, l’accettazione di raccomandate, pacchi e spedizioni in contrassegno. Il cliente può pagare da casa o dal posto di lavoro, nello stesso momento in cui avviene la consegna della corrispondenza, tramite carta Postamat, Postepay o utilizzando le carte di debito del circuito Cirrus/Maestro». 

Oltre che nei due del capoluogo, i portalettere “telematici” sono presenti anche in tutti gli altri 11 centri di recapito della provincia: Carpi, Camposanto sul Panaro, Castelfranco Emilia, Montefiorino, Formigine, Vignola, Mirandola, Pavullo, Sassuolo, Sestola, San Felice sul Panaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, c'è una nuova responsabile del servizio di recapito

ModenaToday è in caricamento