Carpi, SI Cobas sciopera contro la privatizzazione dei servizi cimiteriali

Il sindacato autonomo preoccupato per la "matrioska di società" che è sorta per la gestione dei cimiteri dopo l'appalto deciso dal Comune carpigiano

"Privatizzare, appaltare e subappaltare anche il lutto, anche la sepoltura dei nostri cari: per questi signori non esistono limiti". Il sindacato SI Cobas interviene preannunciando uno sciopero degli operatori dei cimiteri di Carpi, che si terrà il prossimo 7 agosto.

"Il Comune di Carpi ha appaltato alla società Ades Carpi S.r.l. (direttamente controllata dalla società C.M.B. Società Cooperativa di cui è titolare del 70% di diritti su azioni e quote) quale concessionaria per il Comune di Carpi, questi sono stati subappaltati alla società C.F.P. Soc. Coop., attraverso una matrioska di società (il presidente di Ades precisa che la stessa è concessionaria dell'affidamento a C.M.B. e CME Consorzio Imprenditori Edili e che C.F.P. è parte di CME), occupandosi poi dalla gestione luci e lampade votive presso il cimitero, alle concessioni di sepoltura: acquisto di loculo, celletta, urna, alla traslazione salme nei cimiteri di Carpi e frazioni, alle autorizzazioni della raccolta di resti mortali nei sepolcri e nella gestione e manutenzione del verde all'interno del cimitero", spiega la sigla modenese.

Nodo principale è il contratto applicato agli operatori cimiteriali, che è sempre il contratto di Pulizie/Multiservizi. "Lo stesso contratto che hanno i pizzaioli di Italpizza, i bibliotecari del Comune di Modena, gli addetti alla discarica di HERA - sottolineano i Cobas - Così possono risparmiare anche 500 o 600 euro al mese sugli stipendi, e riempire i propri conti bancari. La situazione è stata denunciata al Prefetto di Modena, senza che si giungesse ad alcuna soluzione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci auguriamo che questa mobilitazione possa contribuire al dibattito sulla urgente necessità di un ritorno al pubblico e ad un controllo popolare ed operaio sull'operato delle amministrazioni locali, in particolare sulla gestione di fondi ed appalti", chiosa il sindacato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Temporale e grandine, una furia in piena notte si abbatte sulla provincia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Coronavirus, individuati 56 nuovi casi positivi. Due i decessi

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

  • Contagio. Individuati 8 casi nel modenese, tutti in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento