Festival Filosofia 2019, tantissimi eventi collaterali in cartellone

Un nutrito programma di eventi, tutti gratuiti, affiancherà le lezioni magistrali del festivalfilosofia dal 13 al 15 settembre a Modena, Carpi, Sassuolo

Così come per le lezioni magistrali, anche il programma degli eventi collaterali del Festival 2019 si suddivide in aree tematiche. Il cartellone è davvero ricchissimo:

Genealogie della persona

Modelli e soglie dell'umano raccontano ed esibiscono la storia della civiltà e le frontiere della persona

Alla radice della nostra civiltà sta il dilemma se adottare le leggi del cosmo o le leggi dell'io. Nel dialogo immaginario tra Lucrezio e Seneca "Quando la vita ti viene a trovare", venerdì 13 alle ore 22 presso il Teatro Storchi a Modena, il latinista Ivano Dionigi fa incontrare due personaggi con visioni rivali del mondo, icone della bigamia del nostro pensiero e della nostra anima (produzione: Emilia Romagna Teatro Fondazione, in collaborazione con: Cooperativa Le tre corde-Compagnia Vetrano/Randisi, Ravenna Festival). La mostra di Vittorio Guida "Where Are We Now? Volumi I e II", presso la Palazzina dei Giardini a Modena, racconta viceversa un futuro già fattosi presente, in una efficace sintesi di primitivo e digitale, interrogandosi su ciò che siamo oggi o, meglio, su "dove" siamo oggi (produzione: Fondazione Modena Arti Visive). A Sassuolo, i maestri ceramisti Bertozzi & Casoni, nel Museo loro dedicato, celebrano e rivisitano, con la mostra "Ritratto", l'ambiguità di un'opera canonica come il volto di Mademoiselle Rivière di Ingres (1805) con una inedita versione scultorea, dove il volto femminile risulta sostituito da quello di una giovane gorilla (produzione: Museo Bertozzi & Casoni, presentazione: venerdì 13 alle ore 17 con un intervento di David Riondino).

Seguendo lo statuto del corpo e il suo rapporto con l’identità personale, la mostra "Prosopon" ripercorre lavori di Hermann Nitsch sulle forme e gli organi: il Teatro Anatomico di Modena che la ospita si riappropria così della sua natura celebrativa sull'indagine del corpo (curatori: Elena Corradini, Francesco Silvestri, Tiberio Cattelani, produzione: Polo Museale Università di Modena e Reggio Emilia, con: Archivio Cattelani, Ago Modena Fabbriche Culturali, presentazione: venerdì 13 ore 18.30). Presso l'Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti di Modena, la mostra "Leggere il corpo. Illustrazioni anatomiche tra Cinquecento e Seicento"segue l'evoluzione scientifica e iconografica della rappresentazione del corpo umano dalle tavole anatomiche di Berengario da Carpi ai trattati e alle tavole xilografiche e calcografiche di incisori dei secoli XV-XVII (curatrice: Milena Ricci, a cura di: Accademia Nazionale di Scienze Lettere e Arti di Modena).

Corpo non è solo quello degli animali umani ma anche quello dei non umani, con le relative differenziazioni: "L'attrazione fatale degli animali" consentirà di evidenziare come molti animali sviluppino differenze per attrarre l'altro sesso (Modena, Museo di Zoologia, curatori: Elena Corradini, Andrea Gambarelli, a cura di: Polo Museale Università di Modena e Reggio Emilia, Museo di Zoologia e Anatomia Comparata, presentazione: venerdì 13 ore 17.30). Nei dipinti di Riccardo Sghedoni, veri e propri ritratti di specie, si mostrerà viceversa che razza di razza siamo: "Umani e altri animali" (Modena, Riccardo Sghedoni Art Factory).

Sulla soglia tra umano e artificiale, lo spettacolo "Creature" vedrà protagonisti giovani attori e studenti delle scuole di Modena e Sassuolo, già impegnati nel Progetto Clip del festivalfilosofia, con la messa in scena di un viaggio nel capolavoro di Mary Shelley "Frankenstein" (Complesso San Filippo Neri di Modena, a cura di: STED, con il coordinamento di Tony Contartese, Marco Marzaioli, Marina Meinero, produzione: festivalfilosofia, sabato 14 ore 18, domenica 15 ore 16).

La fabbricazione dell'umano è al cuore anche della mostra di Metronom a Modena, "Antropotecniche", che presenta il lavoro di cinque artisti, Bundurakis, Christto & Andrew, Desaubliaux, Kard, Schiesari, i quali si confrontano con la rappresentazione e la costruzione di corpo e figura, tra umano e postumano, per mezzo di fotografia, sculture digitali, stampa 3D (curatrice: Marcella Manni, produzione: Metronom). 

Venerdì 13 alle ore 22, sulla falsariga del noto autore di fantascienza Isaac Asimov, Sandra Tassi propone nel reading de Il Leggio il divenire persona di un automa "difettoso", fino alla accettazione libera e volontaria della propria morte, condizione ultima e necessaria per una vita autentica: "Il sogno di una vita. Legittimi desideri di un robot" (Modena, Palazzo Santa Margherita - Chiostro, a cura di: Associazione culturale "Il Leggio").

Nuove soglie dell'umano, dall'Homo Sapiens all'Intelligenza Artificiale, sono misurate nel gioco a quiz "Anthropos o Androide? Sfida te stesso e scopri quanta Intelligenza Artificiale è in te!", che misura il livello di "evoluzione digitale" (a cura di: Ufficio Comunicazione del Comune di Modena e Palestra digitale - MakeitModena, in collaborazione con i volontari del Servizio Civile, Piazza Grande - Ufficio Relazioni con il Pubblico, venerdì 13 ore 17-21, sabato 14 ore 17-21). L'Intelligenza Artificiale non esiste. A partire da questa provocazione, Energy Way cura e propone un percorso laboratoriale attraverso i differenti stadi di programmazione di una rete neurale, per mostrare quanto l'Intelligenza Artificiale sia, in realtà, profondamente umana: "Educare a pensare" (Modena, Via Sant'Orsola, 37; sabato 14 ore 15-19, domenica 15 ore 10-13; 15-18). I benefici della tecnologia sulle persone, con la lunga storia di innovazione di Olivetti, sono invece presentati nella mostra "Una storia di innovazione e comunità" (AGO Modena Fabbriche Culturali, a cura di: Olivetti S.p.A., in collaborazione con: Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Emilia Area Centro).

Al Crogiolo Marazzi di Sassuolo, la selezione di "Non è l'Ennesimo festivalfilosofia" (a cura di: Tilt Associazione Giovanile - Ennesimo Film Festival, sabato 14 alle ore 21) indaga la persona immersa nella contemporaneità sotto diversi aspetti: nel campo sociale, lavorativo, nell'affermazione del sé all’interno della società o della propria comunità, nel bisogno di emergere e in quelle che sono le più comuni azioni dell'essere umano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni muore dopo il trasporto dall'Ospedale di Sassuolo a Baggiovara, aperta indagine

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Scontro sulla Nazionale per Carpi, morto un automobilista

  • Persona muore bruciata all'interno di un'auto, giallo alla periferia di Modena

  • Travolta lungo via Giardini, grave una 52enne soccorsa dall'eliambulanza

  • Da Milano a Modena per salvare una vita, un organo scortato dalla Municipale

Torna su
ModenaToday è in caricamento