Saxofollia, torna il Summer Camp musicale di Fanano

Ripartono anche se in ritardo le lezioni del Summer Camp di Fanano dedicato alla musica, da quella classica al jazz . Inizio corso domenica 26

Ritorna a Fanano per il 5° anno consecutivo il Saxofollia Summer Camp: la settimana di lezioni, masterclass e concerti dedicata al saxofono, organizzata da Giovanni Contri, Fabrizio Benevelli, Alessandro Creola e Marco Ferri, componenti del quartetto Saxofollia.

Il corso

Il corso, che inizia domenica 26 luglio, ospita circa una trentina di ragazzi provenienti da conservatori, licei musicali e scuole civiche di tutta Italia che si ritrovano per una intensa settimana di studio.

Durante il giorno gli allievi potranno approfondire, attraverso le lezioni con i membri del Quartetto Saxofollia, molte delle tematiche riguardanti la didattica del saxofono in ognuna delle sfaccettature che lo contraddistinguono: dalla musica classica al jazz.

Inoltre, ogni pomeriggio, un artista di fama internazionale si intratterrà con le ragazze ed i ragazzi iscritti al corso, per un incontro in cui si metteranno il luce aspetti relativi allo strumento ed al genere musicale più vicino all’artista in questione. Lo stesso musicista poi, la sera, si esibirà a Fanano in un concerto pubblico e ad ingresso gratuito.

L’evento di apertura del corso è domenica 26 Luglio alle ore 21,15 presso la Chiesa di S. Silvestro e vede sul palco l’Ensemble Saxofollia (5 sax e percussioni) impegnato in un’interessante omaggio a Johann Sebastian Bach. “Bach Plays Sax”, è un progetto che rivisita la musica del grande compositore tedesco facendo coesistere in uno stesso concerto due differenti mondi. Da una parte i brani originali ri-adattati in chiave swing da quattro compositori: Stefano Caniato, Arianna Scartozzi, Pierluigi Alessandrini e Roberto Sansuini che hanno realizzato nuovi arrangiamenti seguendo il loro stile e la loro vena compositiva.

“E’ con grande gioia che presento questa edizione 2020 del Saxofollia Summer Camp- Dice Giovanni Contri - Nonostante il ritardo la macchina organizzativa si è mossa con un’efficienza incredibile ed il risultato è che l’edizione 2020 è pronta a partire con una rassegna di tutto rispetto ed un numero di ragazzi altissimo. Dopo cinque anni questo corso è considerato dagli addetti ai lavori e non solo uno dei più importanti a livello nazionale. Gli artisti che si esibiranno a Fanano questa settimana sono tra i più famosi in Europa e nel mondo: non a caso tra gli ospiti abbiamo alcuni tra i più premiati saxofonisti a livello internazionale. Sono inoltre felice che questa iniziativa possa portare a far conoscere Fanano e il suo bellissimo territorio alle famiglie che accompagnano i ragazzi, provenienti da tutta Italia”

Programma Summer Camp

Lunedì 27 Luglio, ore 21,15 - Corte Mancante. Questo progetto di nuovo respiro, nato all’interno dello storico locale bolognese, vede coinvolti i migliori jazzisti del panorama bolognese. A co-capitanare questa particolarissima almost big band sono i 4 sax di Matteo Raggi, Marco Ferri, Michele Vignali e Barend Middelhoff.

Middelhoff è’ uno dei maggiori sassofonisti tenori della terra olandese ben noto anche all’estero.

Dal 1993 è membro degli The Houdini’s, noto Jazz sextet olandese, con il quale ha realizzato numerose tournée: Australia, Canada e negli Stati Uniti apparendo in Radio e TV shows nazionali e internazionali.

Nel 1992 ha partecipato al North Sea Jazz Festival come leader dopo aver conseguito il primo premio del prestigioso Middelsee Jazz Concours. Nel 1996, dopo aver conseguito il diploma di insegnamento ed esecuzione, presso il Conservatorio Sweelinck Conservatory di Amsterdam, vincitore di un concorso nazionale per svolgere studi all’estero, si é recato nuovamente a New York dove ha potuto approfondire gli studi di improvvisazione, composizione e arrangiamento attraverso l’apporto insostituibile dei sassofonisti George Garzone e il leggendario Jimmy Heath. Rientrato in Olanda dopo sei mesi di studio e concerti nella “Big Apple”, incide The River (AL 72103) il suo secondo CD come leader. Nello stesso periodo, realizza concerti e partecipa alla realizzazione di numerosi CD, collaborando con grandi musicisti come Dr. Lonnie Smith, Joe Magnarelli, John Engels, Cees Slinger, Ray Appleton, Christian Mc Bride e molti altri. Dal 1999 sino al 2003 vive a Parigi, dove effettua studi, concerti e collabora con noti musicisti come Olivier Ker Ourio, John Betsch, Remi Vignolo e molti altri. Dal 2003 vive a Bologna, dove inizia una significativa collaborazione con musicisti di rilievo a livello nazionale. Nel 2010, a seguito di dieci anni di collaborazione con noti musicisti di Parigi, presenta il suo quarto CD come leader Lucky Man (Aphrodite Records – APH106020) presso il Sunside Jazzclub di Parigi.

Dal 2005 ad oggi insegna in qualità di docente di Sassofono e Musica d’Insieme (Triennio e Biennio) presso il Conservatorio di Bologna G. B. Martini.

Martedì 30 Luglio, ore 21,15 - Pieve di S. Silvestro. Mario Marzi, considerato tra i più importanti esponenti del saxofono classico in Europa, si esibisce oggi a Fanano in uno spettacolo dal titolo “Saxland" da Bach a Jobim, per saxofono solo. Le sue grandi possibilità timbriche ed espressive, i suoi legami e le suggestioni con la tradizione jazzistica e popolare così come la modernità della sua voce hanno portato un crescente interesse del mondo musicale verso il saxofono.

Mario Marzi si diploma in saxofono con il massimo dei voti presso il Conservatorio "G. Rossini" di Pesaro si è successivamente perfezionato al conservatorio di Bordeaux con il M° J.M. Londeix ottenendo alla fine degli studi il prestigioso "Premièr Prix et Medaille d'Or a l'unanimité". Vincitore di nove concorsi nazionali e quattro internazionali,  ha collaborato come orchestrale aggiunto con le più prestigiose orchestre sinfoniche nazionali ed estere sotto la direzione dei più grandi maestri contemporanei, fra i quali: C.M.Giulini, G. Prètre,  L.Berio, M.W.Chung, G.Dudamel, R.Chailly. C.Abbado, R. Muti, Z. Mehta. Molteplici sono anche le sue esibizioni nelle più prestigiose sale e teatri, quali la Carnegie Hall di New York, Suntory Hall di Tokyo, Gewandhaus di Lipsia, Schauspielhaus di Berlino, ed inoltre a Parigi, Vienna, Bruxelles, Londra, Atene, Montecarlo, Barcellona, Sarajevo, Bilbao, Varsavia, Mosca, Osaka. Docente di sassofono al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Milano, tiene corsi di perfezionamento presso l'accademia Musicale "G.Marziali" e masterclass a Oporto, Amsterdam, Lisbona, Francoforte, Denver e Pechino.

Mercoledì 29 Luglio, ore 21,15 - Pieve di S. Silvestro. Nel 2018, Simone Bellagamba al saxofono e Joan Ramon Company Tormo al pianoforte formano il Bellagamba&Company Duo. Un progetto di respiro internazionale che coinvolge due musicisti provenienti rispettivamente da Italia e Spagna.

La formazione, nonostante la giovane età, vanta molti concerti in Italia e in Spagna presso importanti cornici musicali. Il Duo nasce con l'obiettivo di accrescere e valorizzare il repertorio originale per questa formazione, portando avanti anche un lavoro di trascrizione dal repertorio cameristico del 700/800. Con questo progetto Simone Bellagamba è risultato vincitore al premio delle Arti 2018/2019.

Simone Bellagamba ha studiato Saxofono presso il conservatorio di Terni, con il M° Fabrizio Benevelli e il M° Emiliano Rodriguez, e di Palma di Mallorca con il M° David Brutti e il M° Rodrigo Vila. Svolge attività concertistica in Italia e all'estero (Spagna, Bulgaria, Cuba) esibendosi per importanti festival e stagioni concertistiche (“Jazz forum” di Stara Zagora, “VigoSaxForum”, Mallorca Saxophone Festival, Sagra musicale Malestiana, Cremona Mondo Musica, Nuova Consonanza di Roma, Milano Musica) con vari ensemble ed orchestre tra cui la Wunderkammer, ONCI, Orchestra Filarmonica Italiana, Mallorca Saxophone ensemble. Ha tenuto Masterclass presso il Conservatorio “Esteban Salas” di Santiago di Cuba

Joan-Ramon Company Tormo nasce a Valencia nel 1986. Laureato all'ESMUC, ha iniziato a suonare il pianoforte con sua nonna materna e si è formato con i professori Jordi Masó, Javier Esplugues, Isabel-Clara Soler, Luca Chiantore e Pablo Gómez Ábalos. È stato premiato all'unanimità con il Primo Premio al 12 ° Arjau music competition di Barcellona. Parallelamente alla sua carriera artistica è stato insegnante di repertorio con pianoforte e musica da camera presso il Conservatori Superior de Música de les Illes Balears ed è attualmente insegnante presso il Conservatorio di Sant Cugat.

Giovedì 1 Agosto, ore 21,15 - Pieve di S. Silvestro. Con questo progetto il Milano Saxophone Quartet propone al pubblico una vera e propria METAMORPHOSIS; lo spettatore si ritrova ad essere testimone della trasformazione sonora del quartetto di saxofoni che da mostra, toccando diversi stili, di una delle sue principali caratteristiche: la flessibilità.

Il programma si apre con il “Quartetto op. 102” di Alexander Glazunov, la cui storia è essa stessa una metamorfosi; il compositore, infatti, conosce per la prima volta il saxofono in un jazz club di Parigi ma è soltanto quando ascolta il “Quatuor de saxophones de la Garde républicaine” che decide di scrivere per questa formazione. Si abbandona il salotto romantico di Glazunov per cambiare totalmente stile con Guillermo Lago che compone “Ciudades” una raccolta di brani in cui ogni città è descritta da melodie, ritmi e armonie contrastanti. Restando sul filone “popolare” si passa alle danze con “Tango virtuoso” in cui il compositore Thierry Escaich dedica ai saxofoni un capolavoro cameristico che vede gli strumenti partecipare al ballo in maniera organistica. Il Quartetto ha suonato presso numerose sale da concerto, come: Teatro Civico di Alghero, Teatro Ristori di Verona, Teatro Dell’Arte di Milano, Teatro Vittoria di Torino, Belgrade Philharmonic Hall. 

Interessato al repertorio sia classico che contemporaneo ha al suo attivo prime esecuzioni e incisioni assolute di compositori come Mario Pagotto, Sandro Fazzolari, Maarten De Splenter, Alberto Schiavo, Giovanni Bonato. Il quartetto ha registrato per ARS (“Musica Ficta”) e per Amadeus Arte (“Rispetti e Strambotti”); collabora attivamente a progetti crossover con Antonella Ruggiero, Giorgia Antonelli (STRAPPATEMPO) e il Coro Sasso Rosso.

Venerdì 1 Agosto, ore 21,15, Pieve di San Silvestro. Il Duo Olimpo nasce nel 2014 da una serie di incontri musicali maturati tra varie associazioni concertistiche, nell'ambito di festival internazionali, in teatri e sale da concerto.

Risulta vincitore di diversi concorsi internazionali, tra cui Concorso Internazionale "Premio Crescendo" di Firenze, Concorso Internazionale di Musica da Camera "G.Rospigliosi" di Lamporecchio, Concorso Internazionale di musica da Camera"Hyperion" di Roma e tantissimi altri.

Silvio Rossomando si diploma presso il conservatorio di musica ”G. Martucci” di Salerno. Si perfeziona ed effettua numerosi master sotto la guida di maestri quali Mario Marzi, Federico Mondelci, Massimo Mazzoni, Bruno Totarò, Arno Bornkamp, Lars Mlekusch, Fabrice Moretti. Risulta vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali tra cui: 1° premio assoluto al 3° concorso internazionale “Premio crescendo in musica città di Firenze”, 1° premio al 21° concorso di musica da camera "Giulio Rospigliosi", 1° premio al 5° concorso internazionale "Premio accademia 2015" Roma, 1° premio al “3° concorso Sassofonistico internazionale città di Mottola” (Ba), 1° premio al IV concorso internazionale di musica da camera "Rotary Simphony 2016" di Castel Gandolfo(RM), 1° premio assoluto al XX Concorso Internazionale “Pietro Argento” di Gioia del Colle (BA) con nomina a commisario di giuria nell’edizione successiva. 

Sabato 2 Agosto, ore 21,15, Pieve di San Silvestro. Il Quartetto Saxofollia è una delle realtà cameristiche più attive e riconosciute in Italia composto da Fabrizio Benevelli, Giovanni Contri, Marco Ferri ed Alessandro Creola.

Primo premio a 8 concorsi nazionali ed internazionali, dal 1993 svolge una intensa attività concertistica partecipando ad importanti manifestazioni tra cui Concerti in Campidoglio, Casa del Jazz (Roma), Festival Internazionale del Saxofono (AP), Teatro Binario 7 (MB), Teatro Rossini (Pesaro), Teatro U. Giordano (Foggia), Festival Villa Solomei (PG), Festival Jazz in’It (MO), Concerti di Cortile Mercato Vecchio (VR), Festival Verdi (PR), Concerti in Villa-Circolo Culturale Bellunese (BL), Concerti dell’accademia filarmonica di Messina (ME), Arte Musica Roana (VI), Vittoria Jazz Festival (RG), 14th World Saxophone Congress (Ljubliana). Tra le migliori qualità della formazione si trovano sicuramente la versatilità e la continua voglia di esplorare nuovi orizzonti musicali ed i differenti progetti che il gruppo da anni porta sul palco ne sono la migliore espressione. Saxofollia attraversa con maestria e disinvoltura sia repertori di tipo classico, come quello barocco e operistico, che repertori provenienti dal mondo del jazz spaziando dallo swing al be-bop fino al jazz dei giorni nostri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Addio a Maria Lucia Matteo, stimata ginecologa di Carpi

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

  • Contagio, 18 casi in provincia di Modena. Due ricoveri in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento