rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Guida

Nuovo digitale terrestre 2021: cosa cambia e come ottenere il bonus tv

Tutto quello da sapere sul passaggio dei televisori italiani all'alta definizione: come risintonizzare i canali Mediaset e Rai e come fare domanda per ottenere il Bonus Tv-Decoder e il Bonus Rottamazione Tv

Da oggi 20 Ottobre 2021 i televisori italiani cambiano modalità di visualizzazione di alcuni canali Rai e Mediaset decretando la conversione all’alta definizione (HD) per una migliore risoluzione. Ciò comporta l’oscuramento di questi canali, disguido risolvibile con pochi semplici mosse per chi ha televisore o decoder compatibili, oppure riparabile con l’acquisto di modem specifici detraibile grazie a due bonus statali.

Vediamo dunque nel dettaglio come risintonizzare televisore o decoder o come usufruire dei bonus statali.

Passaggio all’HD: quali canali sono momentaneamente scomparsi

Si tratta di 15 canali Rai e Mediaset: per la Rai risultano invisibili Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport + HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola mentre per la Mediaset TgCom24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV.

I canali sopracitati saranno da oggi disponibili alla fruizione solamente in HD, per cui è necessario risintonizzare modem o televisore in poche semplici mosse.

Come risintonizzare modem o televisore

Per sapere se i nostri dispositivi sono compatibili occorre sintonizzarsi su “canali di prova” già disponibili in HD come il canale 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la tua TV è in grado di supportare la codifica MPEG-4. In caso contrario, per potere continuare a vedere l’intera programmazione televisiva, occorrerà sostituire la TV o il decoder.

Infine, verificare che la TV sia compatibile con il cambiamento previsto a partire da gennaio 2023 – quando verrà introdotta l’attivazione del DVB-T2 con il nuovo sistema di codifica HEVC Main10 – provando a visualizzare i canali di test 100 e 200: se RAIUNO sul canale 1 funziona allora si deve verificare che sul canale 100 appaia la scritta “Test HEVC Main10”; analogamente se  Canale 5 funziona, si deve verificare che sul canale 200 appaia la medesima scritta. Se compare tale scritta, l’apparato è compatibile con il nuovo standard di trasmissione.

I televisori acquistati prima del 2010 non supportano il nuovo standard: per continuare a utilizzarli sarà dunque necessario acquistare un decoder con sincronizzazione DVB-T2 e collegarlo al televisore (non è necessario intervenire sull'antenna).

Cambio decoder 2021: i migliori modelli a partire da 29 euro

Bonus statali: come usufruire del Bonus Tv-Decoder

Il Bonus TV – Decoder, con valore fino a 30 euro, è un’agevolazione per l’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi DVB-T2 – HEVC Main10 che diventeranno operativi a partire da gennaio 2023, nonché per l’acquisto di decoder per la ricezione satellitare.

Il Bonus è già disponibile e lo sarà fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate. Il Bonus TV – Decoder è richiedibile dalle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro. Il contributo sarà riconosciuto per nucleo familiare (solo un utente per nucleo potrà riceverlo per l’acquisto di un solo apparecchio).

Per beneficiare del contributo, bisognerà presentare al venditore apposita richiesta, contenente dichiarazione sostitutiva, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, nella quale si dichiara che il nucleo familiare di cui si fa parte rientra nella I o II fascia ISEE e che i componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del contributo.

Come funziona

Il Bonus viene erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore della TV o del decoder sul relativo prezzo di vendita, per un importo pari a 30 euro o al prezzo di vendita se inferiore, fino al 31 dicembre 2022. Per ottenere lo sconto, i cittadini dovranno presentare al venditore una richiesta per acquistare una TV o un decoder beneficiando del bonus.

Per scaricare il modulo per la presentazione della richiesta del Bonus e per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del Bonus consultare il sito del Mise.

Bonus Rottamazione Tv

Il Bonus Rottamazione TV è un’agevolazione di cui si può beneficiare rottamando contestualmente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018, data di entrata in vigore dello standard di codifica HEVC MAIN 10 adottato dalla nuova tecnologia.

Il nuovo Bonus, infatti, è finalizzato a favorire la sostituzione degli apparecchi televisivi obsoleti attraverso un corretto smaltimento dei rifiuti elettronici, in un’ottica di tutela della salute ambientale. Si applica solo per la sostituzione delle TV e non per i decoder.

L’incentivo per la rottamazione è rivolto a tutti i cittadini residenti in Italia senza limiti di ISEE, a differenza del Bonus TV – DECODER varato dal precedente Decreto Interministeriale del 18 ottobre 2019 e destinato esclusivamente ai cittadini il cui nucleo familiare abbia un ISEE fino e non oltre i 20.000 euro. L’agevolazione è concessa una sola volta per l’acquisto di un solo apparecchio.

Per usufruire del contributo è necessario essere in possesso di 3 requisiti:

• essere residenti in Italia

• rottamare correttamente un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018

• essere in regola con il pagamento del canone al servizio di radiodiffusione.

Quest’ultimo requisito non è previsto per i cittadini di età pari o superiore a settantacinque anni e che, in conformità con quanto stabilito dall’art. 1, comma 132, della legge n. 244 del 2007, siano esenti dal pagamento del canone al servizio di radiodiffusione in quanto aventi un reddito familiare annuo non superiore a 8.000 euro annui.

Come funziona

Il Bonus consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino ad un importo massimo di 100 euro. L’incentivo sarà disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all’esaurimento delle risorse stanziate. Il contributo per la rottamazione della TV è cumulabile con il precedente incentivo (Bonus TV – Decoder), del valore di 30 euro e valido per l’acquisto di un televisore o, in alternativa, di un decoder purché i richiedenti siano in possesso di tutti i requisiti previsti.

La rottamazione può essere effettuata direttamente presso i rivenditori aderenti all’iniziativa presso cui si acquista la nuova televisione, consegnando al momento dell’acquisto la TV obsoleta e il modulo di autocertificazione con cui si attesta che il televisore è stato acquistato prima del 22 dicembre 2018 e ne certifica l’avvenuta consegna: sarà poi il rivenditore a occuparsi del corretto smaltimento dell’apparecchio e a ottenere un credito fiscale pari allo sconto applicato all’acquirente.

In alternativa, si può consegnare la vecchia TV direttamente in un’ isola ecologica autorizzata, prima di recarsi ad acquistare la nuova. In questo caso, l’addetto del centro di raccolta RAEE deve firmare il modulo di autodichiarazione, compilato dal cittadino, che certifica l’avvenuta consegna dell’apparecchio. Con questo modulo firmato l’utente potrà recarsi nei punti vendita aderenti e fruire dello sconto sul prezzo di acquisto.

Maggiori informazioni con l’elenco delle isole ecologiche autorizzate e i rivenditori aderenti disponibili sul sito del Mise.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo digitale terrestre 2021: cosa cambia e come ottenere il bonus tv

ModenaToday è in caricamento