Pedonalizzazioni in centro, ok fino a fine anno. "Ma serve responsabilità"

Il sindaco Muzzarelli ai commercianti: “Proroga fino a fine anno, però patti chiari: serve responsabilità”. Nuovi cantieri in centro, ma in primavera

foto @ritva.a da Instagram

L’iniziativa “Tavolini sotto le stelle” potrà continuare fino alle fine dell’anno (l’ordinanza per la proroga è già programmata, ovviamente bisognerà valutare la compatibilità con le disposizioni nazionali e regionali) e si stanno facendo valutazioni anche per il 2021, ma è necessario “un rispetto sostanziale delle norme di cautela per la prevenzione del contagio nell’ambito di un vero e proprio patto di corresponsabilità: la distanza, per esempio, deve esserci anche tra chi è seduto al tavolo, non si deve invadere con i tavoli lo spazio in cui transitano i filobus e serve rigore nel fare rispettare le regole”.

Lo ha spiegato il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli in occasione di un incontro in teleconferenza con associazioni del commercio, rappresentanti dei pubblici esercizi e operatori del settore, al quale hanno partecipato anche l’assessora alle Politiche economiche Ludovica Carla Ferrari e l’assessore a Lavori pubblici e Centro storico Andrea Bosi.

“I numeri che leggiamo quotidianamente sul Covid-19 – ha affermato il sindaco - ci dicono chiaramente che la situazione è seria e serve la responsabilità di tutti. Abbiamo già detto che non condividiamo il concetto di coprifuoco e che è importante, nei limiti previsti dalle norme e coordinandoci con il Prefetto per ogni decisione, garantire le condizioni per poter continuare le attività. Ma i patti devono essere chiari. Tutti – ha ribadito Muzzarelli - dobbiamo essere impegnati a indossare e fare indossare la mascherina correttamente, a ricordare che è importante igienizzarsi le mani e a far sì che il distanziamento fisico sia mantenuto davvero, senza diventare distanziamento sociale, certo, ma anche senza prendere sottogamba queste disposizioni”.

Continuerà e verrà intensificata l’attività di controllo con l’obiettivo, in collaborazione con i gestori delle attività, di prevenire situazioni di assembramento, “ma non dobbiamo avere bisogno della Polizia per salvaguardare la nostra salute”, ha sottolineato il sindaco ricordando che la filosofia di fondo di “Tavolini sotto le stelle” risponde proprio alla duplice esigenza di maggiore ampliamento dei pubblici esercizi e di riduzione del rischio di assembramenti grazie a spazi arredati con tavoli e sedute che favoriscono una fruizione più ordinata delle aree pubbliche, con distanze adeguate, e trasformando piazze e strade in salotti a cielo aperto, anche nella versione invernale, con la possibilità di installare strutture paravento trasparenti. “Utilizzeremo una procedura semplificata – ha spiegato il sindaco – ma questo non significa che ciascuno fa quel che vuole: tutti i pubblici esercizi che hanno usufruito di Tavolini sotto le stelle saranno contattati per mail dagli uffici e dovranno rispondere spiegando cosa vogliono installare”. Per i dehor attrezzati tradizionali resta valida la solita procedura, mentre quelli in scadenza a fine ottobre vengono prorogati in automatico a fine anno.

Nel corso dell’incontro il sindaco ha fatto anche il punto sui lavori di riqualificazione realizzati in centro storico ribadendo l’intenzione dell’Amministrazione comunale di indennizzare chi ha subito danni per il ritardo di alcuni cantieri, come è avvenuto in via Canalino.

“È in programma l’avvio di altri interventi di manutenzione importanti per la città - ha annunciato Muzzarelli – ma partiranno in primavera, ovviamente vediamo di superare il periodo di Natale e quello dei saldi prima di aprire altri cantieri”.

Rispetto al prossimo anno, il sindaco ha precisato che il Comune, sulla base dell’evoluzione della pandemia e di ciò che sarà previsto a livello nazionale, valuterà quali misure di sostegno poter garantire per i settori economici più penalizzati dall’emergenza sanitaria: “Sarà un tema che affronteremo nell’ambito della definizione del bilancio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento