I luoghi miracolosi a Modena e dintorni

Numerosi sono i luoghi modenesi in cui sono avvenuti miracoli, tuttavia ve ne sono 3 che ancora memorano il fascino di ciò che storia e leggende tramandando da secoli

La porta del castello di Fiorano

Quella del "Miracolo del fuoco" di Fiorano è una storia che ha quasi cinque secoli. L'evento miracoloso avvenne tra il 7 e l'8 Febbraio del 1558, quando i mercenari spagnoli, impegnati nella guerra tra i Farnese di Parma e i d'Este di Ferrara, andavano avanti e indietro nel territorio modenese, un'area soggetta più di altre agli scontri tra le due casate. Quella sera i mercenari spagnoli erano accampati presso il Secchia, e con un po' di fame e con un po' di voglia di far bottino presero la via che conduceva a Fiorano. 

All'epoca Fiorano erano un paese di poche case, circondato da una cerchia di mura. I fioranesi tuttavia non avevano alcuna intenzione di arrendersi ai mercenari spagnoli, e quando li videro vicino alle mura li accolsero con gli archibugi. Gli spagnoli dal canto loro furono ben felici di fare guerra a quel borgo, e così decisero di dargli fuoco. Raccolsero fascine e sarmenti dai campi e accesero un bel falò. 

Mentre tutto stava degenerando, con un fuggifuggi generale, i soldati spagnoli rimasero ad occhi aperti vedendo una scena che non si sarebero mai aspettati. Infatti, il fuoco attorno alla Madonna col Bambino presso la porta del bambino non prendeva fuoco. Anzi, le fiamme si dividevano a metà. Quel mancato incendio non era un caso, infatti si racconta che quel "madonnero" fu realizzato proprio per proteggere il castello dai nemici. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Immaginate questi mercenari cosa potessero pensare alla vista di una cosa simile, e credendo di combattere contro Dio, scapparono via a gambe levate, superando il Secchia e non facendo più ritorno a Fiorano. Per celebrare l'evento un secondo pittore ignoto aggiunse al'immagina del "madonnario" un soldato spagnolo inginocchiato a pregare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

  • Castelvetro, ciclista di 27 anni esce di strada e perde la vita in via Bionda

  • Occhi elettronici in movimento sull'auto della Municipale, arriva Modena Safer Traffic Mobile

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento