I 5 simboli modenesi che trovi in piazza Grande

Piazza Grande è un elogio alla modenesità grazie ai suoi innumerevoli simboli che caratterizzano la nostra cultura

Piazza Grande non è solo il cuore della città di Modena, ma è anche il luogo dove sono più concentrati simboli modenesi che fanno parte della nostra tradizione, e che nel tempo hanno costruito l'identità geminiana:

La Bonissima

La statua della Bonissima è da sempre un simbolo di Modena, quanto un mistero per storici e modenesi. Infatti, di questa statua alta appena 137 cm e raffigurante una donna non si sa quasi nulla. Tuttavia, la sua importanza è leggendaria, basti pensare che nel dialetto modenese la "Bonissma" è un modo per indicare una persona famosa, e questo fa capire quanto sia stata importante e nota nella storia modenese. Tuttavia sul cosa rappresenti e chi sia la donna raffigurata tante sono le versioni. 

Una cosa è certa, quando Bonifacio da Morano scrisse la frase "In quel tempo (1268) nell'ultimo giorno di aprile fu collocata la Buonissima, come statua di marmo nella piazza della città di Modena, davanti all'ufficio delle bollette" la Bonissima era già nota. E infatti per questo alcuni dicono che si chiami Bonissima perché di fatto rappresenta la Bona Estima, ovvero il luogo del commercio, della stima/misura, ma anche dello scambio di prestiti. 

La leggenda più diffusa vuole che si trattasse di una ricca dama che, in un periodo di carestia, aveva sfamato il popolo, chiedendo aiuto agli altri notabili della città. Così quando la carestia cessò la popolazione giunse al suo palazzo per festeggiare la sua bontà. Da quel momento diventò per tutti la Bonissima. Tale leggenda era rafforzata dalla identificazione, secondo il popolo, di una borsa in quella che è una piega della veste.

Tuttavia il termine Bonissima potrebbe non riferirsi a nessuna delle due spiegazioni precedenti. Ovvero, a Modena c'è una lapide di una donna che viene descritta come "Bona Dona" ovvero "Buona Donna" ed essa visse nel 570. Si tratta di Gundemberga, ovvero una "donna nobile e generosa"; come si evince dalla lapide conservata all'interno della cripta del Duomo di Modena. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento