Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Castelnuovo Rangone patria del Superzampone. 30 anni di tradizione da Guinness

 

A Castelnuovo Rangone migliaia di persone si sono radunate per festeggiare l'ormai trentennale evento della festa dello Zampone. Ad organizzarlo è l'Ordine dei Maestri Salumieri che ogni anno riesco a superare le dimensioni dello Superzampone, che anche quest'anno si è avvicinato alla tonnellata e che raccoglie attorno a sé gli amanti di questo prodoto gastronomico di eccellenza. 

Lo zampone secondo la leggenda sarebbe nato a Mirandola durante un assedio da parte del papa alla capitale della famiglia Pico. Tuttavia, la produzione si sarebbe spostata a metà del secolo scorso nella zona di Castelnuovo, dando origine alle più importanti salumerie dell'Emilia, e qui si sarebbe poi radicata la tradizione dello zampone e del cotechino. 

Quella del Superzampone è una tradizione che è nata nel 1989, quando un grppo di castelnovesi mise in mostra uno zampone di cartapesta lungo due metri. L'idea piacque così tanto che la provocazione portò Sante Bortolamasi, il re dello zampone scomparso sei anni fa, pensò di realizzarne uno altrettanto lungo ma vero. Tre anni fa l'Ordine è riuscito a raggiungere ogni record mondiale con 4 metri circa di zampone e un peso di 1038 chilogrammi, entrando così a pieno titolo nel Guinnes dei Primati. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento