rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024

VIDEO | Elicottero precipitato, il pilota dell'Aeronautica: "E' tutto bruciato"

La testimonianza del pilota dell'Aeronautica Militare che oggi ha sorvolato l'area in cui è precipitato l'Agusta Koala disperso da giovedì. L'aeronautica ha stabilito la propria base all'Aeroporto di Pavullo.

La cronaca

Svolta in tarda mattinata nelle ricerche dell'elicottero disperso sull'Appennino tosco-emiliano. I rottami del velivolo disperso dal 9 giugno sono stati rinvenuti sulle pendici del Monte Cusna, nel reggiano. L'avvistamento è avvenuto grazie al sorvolo di un elicottero del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare. Sul velivolo di soccorso erano presenti uomini del Soccorso Alpino e Speleologico e uomini del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza che si sono calati con un verricello.

Si tratta di una zona ad oltre 1.700 metri di quota, con vegetazione abbondante: situata fra il Rifugio Battisti e il Rifugio Segheria. L'elicottero sarebbe precipitato proprio nella stretta gola scavata dal torrente Lama: un terreno molto impervio e difficile da raggiungere, che risulta anche nascosto alal vista a causa delle conifere che cescono numerose lungo le pareti.

L’individuazione è stata possibile a seguito del rinvenimento di alcuni alberi bruciati e di alcuni resti metallici e alla segnalazione di un escursionista. Sul posto già EliPavullo, mentre stanno raggiungendo via terra la zona diverse squadre del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico - Servizio regionale Emilia-Romagna e del Sagf (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza). 

Dopo brevi ricerche - riferisce la Prefettura -  i soccorritori hanno ritrovato, privi di vita, i sette passeggeri dell’elicottero, di cui quattro di nazionalità turca e due di nazionalità libanese, in viaggio d’affari in Italia, oltre al pilota italiano del velivolo. Le notizie circa le operazioni di soccorso sono state condivise in tempo reale con le delegazioni diplomatiche dei due Paesi stranieri, guidate dai rispettivi Ambasciatori.

Ricordiamo che a bordo del velivolo si trovavano il pilota - il padovano Corrado Levorin - e sei passeggeri di origine straniera. Si tratta di quattro cittadini turchi, Cez Arif, Ilker Ucak, Kenar Serhat e Erbilaltug Bulent e di due cittadini libanesi, Chadi Kreidy e Tarek El Tayak.

La zona del ritrovamento è stata immediatamente posta sotto sequestro dall’Autorità Giudiziaria di Reggio Emilia che procede.  Anche l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un’inchiesta di sicurezza e disposto l’invio di un proprio investigatore sul luogo dell’incidente.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Elicottero precipitato, il pilota dell'Aeronautica: "E' tutto bruciato"

ModenaToday è in caricamento