Città verdi d'Italia. Modena al 61esimo posto, male il fronte inquinamento e incidenti stradali

Modena finisce al 61esimo posto della classifica delle città più verdì d'Italia di Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 ore. Bene i valori di alberi e pedonalizzazione ma negativi i settori della produzione di rifiuti, incidenti stradali e i livelli di pm10

È  stato pubblicato il 27esimo rapporto sull’Ecosistema urbano di Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 ore,  che fotografa i livelli di “green” di ogni città attraverso 18 parametri raggruppati in 5 macroaree (acqua, aria, rifiuti, ambiente e mobilità). Quella che emerge è un’italia a due velocità: la prima più dinamica e attenta alle nuove scelte urbanistiche, ai servizi di mobilità, alle fonti rinnovabili, alla progressiva restituzione di vie e piazze ai cittadini, alla crescita degli spazi naturali. La seconda invece più statica con un andamento  “lento” nelle performance ambientali soprattutto sul fronte smog, trasporti, raccolta differenziata.

Modena in 61esima posizione

A fronte di un ipotetico punteggio di 100 che spetterebbe ad un capoluogo in grado di rispettare tutti i limiti di legge e di garantire una buona qualità ambientale per ognuno degli indicatori, è possibile collocare sulla classifica generale la nostra città al 61 esimo posto, su un totale di 104, con 52,4% dei punti (nel 2019 la nostra città era la 54 esimo posto).

Se Modena viaggia nella parte alta della classifica per quanto riguarda il settore dell’ambiente, e della pedonalizzazione delle vie, purtroppo i principali fattori che fanno scendere Modena così in basso riguardano soprattutto la produzione di rifiuti (al 96 esimo posto nazionale), gli incidenti stradali (all’84esimo posto su scala nazionale) e l’inquinamento e livelli di pm10 (87esimo posto).

Situazione nazionale

Sul podio come città virtuose spiccano Trento al primo posto con il 79,9% di punteggio, Mantova e Pordenone entrambe col 76,7%. La top ten prosegue con Bolzano, Parma, Cosenza, Biella e Verbania. Maglia nera nella classifica generale  Vibo Valentia che raggiunge appena i 23 % di punti, ultima in particolare nelle singole voci per quanto riguarda l’inquinamento di Azoto, Ozono e pm10. Penultimo posto a Palermo con 27,05% di punti. Infine terz’ultima posizione per Pescara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento