menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lotta al degrado, demoliti gli ex spogliatoi di viale Montecuccoli

La struttura aveva ospitato in passato sbandati e senzatetto. L’intervento è finanziato dalla Regione nell'ambito del progetto “Legalità e territorio 2020”

Si sono conclusi nelle scorse ore i lavori di demolizione degli ex spogliatoi di viale Montecuccoli, edificio i cui accessi erano stati murati già nel 2018 per evitare frequentazioni non autorizzate. La piccola costruzione a ridosso dell'area verde era stata in passato al servizio dell'Accademia Militare, per fornire un punto d'appoggio ai cadetti che svolgevano allenamenti in quel campo. Negli ultimi anni, dopo la fine dell'attività militare, era diventata meta di sbandati, che approfittavano di un rifugio nei pressi della stazione: nella stessa area si erano anche avuti accampamenti abusivi nei mesi estivi.

L’intervento, per un importo di 40 mila euro, ha previsto la demolizione completa dell’edificio, che aveva una dimensione di 15,5 metri per 8,20 metri e una altezza di 3,5 metri, e la pulizia dell’intera area in preparazione dell’esecuzione delle opere di riqualificazione. Al posto degli ex spogliatoi, infatti, è allo studio la realizzazione di una nuova struttura destinata a ospitare associazioni per attività sociali.

I lavori sono finanziati attraverso un contributo regionale nell’ambito del progetto “Legalità e territorio 2020”, finalizzato a sviluppare interventi di promozione della legalità e di valorizzazione della cittadinanza e dell’economia responsabili.

L’area, già in passato, era stata sottoposta a una bonifica e a un ripristino funzionale in termini di sicurezza per consentire di aumentare la visibilità e l’accessibilità per i controlli e il presidio da parte delle Forze dell’Ordine. In quell’occasione, appunto, gli accessi dell’edificio erano stati sigillati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento