rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità Mirandola / Via Caduti di Nassiriya, 92/a

Mirandola, partono i lavori per la nuova caserma dei Vigili del Fuoco

L'edificio di in via Caduti di Nassirya sarà ricostruito per ospitare il 24 volontari del Corpo

Conto alla rovescia avviato per la nuova sede operativa del Corpo dei volontari dei Vigili del Fuoco di Mirandola. La consegna del cantiere per l’inizio dei lavori del presidio, è avvenuta questa mattina alla presenza del Sindaco di Mirandola Alberto Greco, dell’Assessore ai Lavori pubblici, Edilizia e Urbanistica del Comune di Mirandola, Letizia Budri, il RUP Geometra Silvano Pretto, l’Ingegnere dei Lavori Pubblici Veronica Nocifora Tiranno. Presente per l’occasione anche Graziano Bosi Bernardi, Capo distaccamento dei volontari VV.FF. di Mirandola. I lavori prenderanno il via tra la fine di gennaio ed i primi di febbraio per concludersi entro il mese di gennaio 2022.

L’impegno di un’amministrazione è quello di cercare di capire ed offrire risposte concrete e risolutive ai bisogni della comunità – ha dichiarato il Sindaco Alberto Greco - A maggior ragione se guardiamo a Mirandola, ai suoi cittadini ed alle esigenze che ancora sussistono a distanza di quasi otto anni dal sisma che ha colpito il territorio. Il cantiere che consegniamo oggi e che vedrà la realizzazione della nuova sede territoriale dei Vigili del Fuoco, si inserisce nel percorso di recupero effettivo, che stiamo portando avanti con responsabilità e determinazione, relativo a quelle strutture operative d’importanza basilare per tutti i mirandolesi. Doppiamente importante inoltre in questo specifico caso, per l’apporto fondamentale che il distaccamento dei volontari dei Vigili del fuoco ha offerto ed offre in modo indefesso in ogni momento all’intera comunità con i propri interventi. Un impegno che mi sento di elogiare per le modalità con cui viene portato avanti, sempre al servizio di tutti, nonostante le difficoltà indotte in questi anni di una sede provvisoria. L’auspicio è che i tempi di realizzazione possano essere rispettati affinché la nuova sede del corpo dei volontari dei Vigli del Fuoco possa essere operativa a tutti gli effetti.”

Parole raccolte da Graziano Bosi Bernardi, il Capo distaccamento dei volontari VV.FF. di Mirandola che ha voluto formulare il proprio ringraziamento all’Amministrazione comunale: “Siamo soddisfatti per questo fondamentale risultato raggiunto. Finalmente prendono avvio i lavori per un presidio che ritengo possa diventare un punto di riferimento territoriale per tutta la comunità per la facile raggiungibilità e la vicinanza di vie di comunicazioni veloci. Lavori che già da oggi lasciano intravedere il termine dell’esperienza durata parecchi anni, presso l’attuale sede provvisoria – ha detto, aggiungendo anche che – Sono stati 200 circa gli interventi effettuati nel corso dell’anno che ci siamo da poco lasciati alle spalle da parte dei 24 operatori volontari. Interventi che hanno riguardato situazioni di incendio, soccorso alla persona, allagamenti, tanti, ed esondazioni, per finire con i sinistri stradali.”

Mirandola_consegna_cantiere_sede_VVFF1-2

I 24 volontari operativi oggi presso la sede di via Montorsi, una volta ultimati i lavori del nuovo presidio troveranno “casa” ancora, in via Caduti di Nassirya a Mirandola, in quella che si presta a diventare una zona altamente operativa data anche la presenza della stazione dei Carabinieri della Guardia di Finanza e della Polizia Stradale. L’intervento prevede la demolizione e la ricostruzione dell'edificio (già in passato adibito a comando territoriale dei VV.FF.), con ricollocazione del medesimo all'interno del lotto in questione.

Si tratta sostanzialmente della ricostruzione di un edificio di “interesse strategico”, la cui funzionalità già durante gli eventi sismici del 2012 assunse un rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile. Il progetto prevede uno sviluppo su due livelli. Al piano terra l’autorimessa – con una superficie di 140 mq ed un’altezza di 4,5 mt - per i mezzi di soccorso dei VV.FF, lo spogliatoio comunicante con l’autorimessa attraverso un disimpegno, la sala operativa, spogliatoi, wc ed una zona cottura soggiorno. Al piano primo, le camere da letto e i bagni pertinenziali. I locali di servizio, con altezza di 3,00, collocati al piano terra sono accessibili oltre che dalla rimessa anche direttamente dall'esterno; mentre il piano primo è raggiungibile solo dall'esterno tramite la scala chiusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirandola, partono i lavori per la nuova caserma dei Vigili del Fuoco

ModenaToday è in caricamento