Non rispettati gli orari di lavoro degli autisti, Seta multata dall'Ispettorato del Lavoro

Lo ha reso noto il Governo replicando ad un'interrogazione della deputata Ascari (M5S). Controlli anche sulle società collegate all'azienda del tpl modenese

Violazioni e multe sull'orario di lavoro dentro Seta, la spa dei trasporti pubblici di Modena, Reggio Emilia e Piacenza. Le certifica il sottosegretario al ministero del Lavoro, Claudio Cominardi, innescato da un'interrogazione parlamentare della deputata emiliana Stefania Ascari (M5s). Rispondendo all'interrogazione alla Camera, il sottosegretario premette che "sono state richieste apposite informazioni in merito alle condizioni di lavoro e retributive applicate da Seta spa, anche in relazione agli asseriti disallineamenti salariali fra gli autisti che prestano la propria attività nella province di Modena, Reggio Emilia e Piacenza". 

Posto che i controlli degli ispettori territoriali hanno riguardato non solo Seta ma anche le sue subaffidatarie Holacheck srl e Sogea srl, ad esempio per quanto riguarda l'attività di controllo dei biglietti a bordo, dagli elementi acquisiti dall'ispettorato nazionale del lavoro è emerso dunque qualcosa. Spiega il sottosegretario M5s in aula: "Nei confronti di Seta e di Sogea sono stati effettuati controlli sulla normativa in materia di orario di lavoro svolto dal personale viaggiante (gli autisti, ndr) adibito al trasporto pubblico urbano ed extraurbano. All'esito delle verifiche, che hanno altresi' riguardato l'esame dei prospetti dei turni di guida, sono state contestate violazioni circa l'orario di lavoro e comminate le relative sanzioni amministrativo-pecuniarie", precisa il sottosegretario. 

E se nel frattempo non sono arrivate nuove segnalazioni sulle due società in particolare, Cominardi evidenzia in ogni caso che "l'aver proceduto ai siffatti controlli, dai quali sono effettivamente emerse queste violazioni, evidenzia la cruciale importanza che riveste per il ministero del Lavoro il tema della vigilanza sulle dinamiche contrattuali sotto il profilo salariale e contributivo". Certo, più in generale su Seta, il Governo auspica un ruolo di prevenzione dei vari problemi sul tavolo in capo agli enti locali. In particolare la Regione Emilia-Romagna, cita Cominardi, "ha reso noto di avere sollecitato gli enti locali e l'agenzia locale per la mobilità Amo a porre in essere maggiori controlli sull'operato di Seta, al fine di garantire sempre maggiore attenzione all'organizzazione del servizio, e quindi il rispetto degli obblighi di legge e contrattuali che disciplinano la prestazione lavorativa di tutti i dipendenti". 

Il sottosegretario conclude comunque con una promessa: "Continueremo a prestare massima attenzione sulla corretta applicazione dei contratti e degli accordi collettivi di lavoro".

(DIRE)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Modena usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In balia della corrente sul materassino, due ragazzi modenesi salvati in Salento

  • Turista multato per l'accesso in Ztl, arriva alla Municipale un assegno dalle Hawaii

  • Lieve scossa di terremoto sull'Appennino modenese

  • Gli eventi da non perdere a Ferragosto a Modena e provincia

  • Esce di strada con l'auto, morto un 59enne a Manzolino

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

Torna su
ModenaToday è in caricamento