Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità San Donnino / Strada Tre Case

Nuovo borgo "ecosostenibile" a San Donnino, ok ai 30 alloggi

La Giunta ha approvato il Piano particolareggiato “Tre Case”, nell’ambito degli interventi attuabili in fase transitoria. Sarà rifatto il ciclopedonale fino a strada Vignolese

In strada vicinale Tre Case a San Donnino sorgerà un borgo di 30 unità immobiliari residenziali che, grazie alle tipologie edilizie scelte, con altezze contenute, percorsi interni con materiali naturali e a basso impatto ambientale, oltre ad ampie zone verdi alberate, consentiranno all’insediamento di integrarsi in modo armonico con la zona sud-est dove è presente il torrente Nizzola.

La Giunta comunale, nei giorni scorsi, su proposta dall’assessora all’Urbanistica Anna Maria Vandelli ha dato il via libera al piano particolareggiato di iniziativa privata “Tre Case” della società Estense costruzioni srl per la realizzazione dell’insediamento residenziale a San Donnino di Modena. Insieme al nuovo comparto verrà rifatto, fino a strada Vignolese, il percorso ciclopedonale esistente, portandolo a una larghezza tra 2 e 2,5 metri a seconda dei tratti, e verrà predisposta a verde pubblico attrezzato un’area di circa 300 metri quadrati.

Con il Piano, la Giunta ha approvato anche la relazione illustrativa di controdeduzioni alle valutazioni e pareri espressi dalla Provincia e dagli altri enti in occasione della Conferenza dei servizi, che si è conclusa positivamente. L’intervento ha inoltre ottenuto il parere favorevole della Commissione qualità architettonica e del paesaggio con indicazioni di cui si terrà conto nelle successive fasi di attuazione edilizia e il parere favorevole del Quartiere 3. L’area rientra tra quelle attuabili in fase transitoria verso il nuovo Piano urbanistico generale (Pug) per le quali l’Amministrazione comunale ha accolto la manifestazione di interesse.

Il soggetto attuatore realizzerà a scomputo degli oneri di urbanizzazione primaria opere di urbanizzazione per un importo complessivo di 115 mila euro e corrisponderà all’Amministrazione 132 mila 700 euro per la mancata cessione gratuita di aree per attrezzature e spazi collettivi, oltre che per la mancata realizzazione e cessione di alcuni parcheggi pubblici.

La zona interessata dal Piano particolareggiato è posta a margine dell’area edificata nella località San Donnino e ne costituisce una naturale espansione. Il nuovo borgo sarà composto da otto lotti con una superficie utile di circa 4 mila metri quadrati e la realizzazione di edifici residenziali mono e bifamiliari a sud est, verso l’area agricola, e di edifici plurifamiliari di massimo quattro piani fuori terra nei lotti verso via Tre Case. I fabbricati saranno realizzati con strutture portanti in legno e dotati di impianti per l’utilizzo di fonti rinnovabili; si affacceranno tutti sull’area verde centrale e ciascun lotto sarà perimetrato da una cortina verde.

La strada di accesso sarà a doppio senso di marcia e verranno realizzati otto parcheggi per auto tra cui uno per disabili e uno dotato di ricarica elettrica, oltre a uno spazio per la ricarica elettrica delle biciclette. Al centro del comparto, un’area di oltre 600 metri quadrati sarà destinata a verde (aree a prato con panchine, arbusti, siepi e macchie o filari di alberi) e gioco per i bimbi, attrezzata con percorsi pedonali realizzati in pavimentazioni ecologiche drenanti. Oltre il 40 per cento della superficie fondiaria sarà permeabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo borgo "ecosostenibile" a San Donnino, ok ai 30 alloggi

ModenaToday è in caricamento