menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Freddo e maltempo, sono 130 le perone ospitate nelle strutture modenesi

Strutture già al completo nel sistema di supporto a chi è in difficoltà per la mancanza di un tetto, ma in caso di bisogno nel weekend previste ulteriori attivazioni

In questi giorni caratterizzati dal maltempo, anche il Piano di accoglienza invernale del Comune di Modena si attiva per rispondere a eventuali esigenze straordinarie di persone in difficoltà.Già nei giorni scorsi con la neve e ora nel weekend con le piogge previste, infatti, nonostante i posti nelle strutture siano tutti occupati - 130 le persone che stanno utilizzando questa opportunità di accoglienza notturna -  le Unità di strada dei volontari avranno la possibilità di attivare ulteriori soluzioni straordinarie in caso di bisogno.

È questa l’indicazione dell’assessorato al Welfare, sostanzialmente un “dentro tutti”, che coordina il progetto rivolto ai senza fissa dimora in collaborazione con Protezione civile, Asl, Caritas e associazioni di volontariato.

Sono 185, infatti, i volontari impegnati nel Piano che prevede uscite ogni sera delle Unità di strada per monitorare le presenze e portare generi di conforto, mentre contatti e prima assistenza hanno come punto di riferimento gli Sportelli sociali dei quattro Poli e lo Spazio d'ascolto del Centro stranieri, oltre ai presidi sanitari di Pronto intervento (Pronto Soccorso, medici di medicina generale e ambulatori di Porta Aperta). Le associazioni di volontariato impegnate nell’attività sono Agesci, AVS, Croce Blu, Croce Rossa, Fratres Mutinae, Gruppo Comunale Protezione Civile, Porta Aperta, Vivere sicuri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Emilia-Romagna 1.208 nuovi positivi, di cui metà asintomatici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento