menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cittadella della Giustizia all'ex Manifattura, parte la valutazione tecnico-economica

L'annuncio del Sottosegretario Vittorio Ferraresi: "Se arriverà l'ok saranno risentiti gli uffici territoriali per il piano dei fabbisogni e gli altri interlocutori istituzionali locali”

“Posso finalmente comunicare una buona notizia a tutti gli operatori della giustizia di Modena: l’opzione della cittadella giudiziaria presso la Manifattura Tabacchi è stata fatta partire per la valutazione tecnico-economica da parte del Ministero della Giustizia e del Demanio, i tecnici nei prossimi giorni avranno il compito di valutarne la fattibilità. Non è certo un bel momento per il Paese, ma nonostante la crisi di Governo e la chiusura dell’esperienza del Governo Conte-bis, senz’altro questo è un ultimo risultato positivo per il territorio che, sperando possa essere confermato, siamo riusciti a far decollare”.

Lo dichiara il sottosegretario alla Giustizia, Vittorio Ferraresi (M5S), che segue questa vicenda personalmente da diversi anni. La cittadella di Modena è infatti stata inserita da tempo inserita nel piano di interventi di edilizia giudiziaria del Ministero e punta a risolvere una doppia questione: da un lato gli spazi del tutto inadeguati degli attuali uffici giudiziari, dall'altro il "buco" venutosi a creare nel comparto dell'ex Manifattura.

“Successivamente, se tutte le valutazioni saranno positive, e quindi la fattibilità tecnico-economica confermata, saranno risentiti gli uffici territoriali per il piano dei fabbisogni e gli altri interlocutori istituzionali locali”, sottolinea Ferraresi. “In ogni caso - precisa -  è già in corso la valutazione per una soluzione tampone ed è già stato avviato un primo finanziamento per ristrutturare ambienti con disfunzionalità evidenti, ma con un panorama che potrà portare in futuro a una soluzione definitiva, auspicata da tutti gli operatori della giustizia, istituzioni e cittadini del territorio modenese".

"Ringrazio il Sottosegretario Andrea Giorgis, che mi ha permesso nonostante lo scambio di deleghe nella seconda esperienza di Governo, di continuare ad occuparmi di Modena direttamente, il dipartimento dell’organizzazione giudiziaria con a capo la dottoressa Barbara Fabbrini e tutti i rappresentanti del Ministero che stanno seguendo la vicenda” conclude Ferraresi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Firmata l'ordinanza per la zona rossa, il testo e le nuove regole

Attualità

Zona rossa: a Modena asili, nidi e parrucchieri chiusi da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento