rotate-mobile
Cronaca

Stillicidio a due ruote, 5mila furti in città nel 2014

La Fiab di Modena ha partecipato alla domenica ecologia con un proprio punto informativo contro i furti di biciclette. Presentato il progetto BUS per l'usato garantito

Nel punto informativo di Piazza Mazzini, allestito in occasione della Domenica Ecologica di ieri, la Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) ha allestito un banchetto informativo, distribuendo ai cittadini una brochure dettagliata sull'argomento e un decalogo contenente i consigli concreti contro i furti. E' stato presentato anche il proprio progetto B.U.S. (Biciclette Usato Sicuro) con cui si propone di sostenere il circuito dei negozi che vendono l'usato garantito.

La battaglia della Fiab Modena non è casuale. La piaga dei furti di bici colpisce duramente i ciclisti, particolarmente a Modena - si stima in circa 5.000 le bici rubate ogni anno - e ne riduce la propensione a usare il mezzo ecologico in città. Molti di loro si sono decisi a lasciare l'amato velò in garage pur di non farselo scippare dai ladri, utilizzando mezzi inquinanti per spostarsi.

Difendersi dai furti è però possibile. Oltre che contro la rassegnazione, da anni la Fiab conduce una campagna per invitare i cittadini ad adottare alcune semplici misure preventive che possono drasticamente ridurre il rischio del furto, come l'uso di un buon antifurto e il parcheggiare legando telaio e ruota a un portabici.

Ma oltre all'impegno dei ciclisti, occorre anche quello del Comune, delle Forze dell'ordine e dei commercianti di biciclette usate, chiamate a coordinarsi per contrastare la ricettazione. In particolare, al Comune la Fiab Modena chiede di installare un maggior numero di portabici “Modena” (quelli a P) e di depositi protetti in più punti della città, oltre che di promuovere il progetto B.U.S.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stillicidio a due ruote, 5mila furti in città nel 2014

ModenaToday è in caricamento