rotate-mobile
Giovedì, 25 Aprile 2024
Cronaca Serramazzoni

Manomette il bracciale elettronico per i domiciliari, 39enne finisce in carcere

L' uomo 39enne, già agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico per maltrattamenti in famiglia, aveva danneggiato il dispositivo. Dopo la segnalazione del danneggiamento, il Giudice ha revocato gli arresti domiciliari e disposto la custodia in carcere

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Serramazzoni hanno eseguito un ordine di aggravamento di misura cautelare nei confronti di un uomo 39enne che, già sottoposto agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico per il reato di maltrattamenti in famiglia, qualche giorno fa aveva danneggiato il dispositivo elettronico che gli era stato applicato.

I militari, intervenuti a seguito della segnalazione di allarme del dispositivo, ne avevano accertato la manomissione ed il conseguente danneggiamento, informando di quanto accaduto l’Autorità Giudiziaria di Modena. In seguito alla segnalazione, il Giudice per le Indagini Preliminari ha disposto la revoca degli arresti domiciliari e l’aggravamento della misura cautelare, sostituendola con la custodia in carcere.

Dopo la notifica del provvedimento, l’interessato è stato associato alla Casa Circondariale di Modena Sant’Anna

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manomette il bracciale elettronico per i domiciliari, 39enne finisce in carcere

ModenaToday è in caricamento