rotate-mobile
Economia

Cir Food recede dal contratto integrativo e fa infuriare la Cgil

L'azienda opta per rivedere il contratto aziendale, considerato troppo oneroso. La Filcams/Cgil pronta ad azioni di lotta per recuperare le condizioni perse

Il Comitato Direttivo provinciale del sindacato Filcams/Cgil di Modena, riunitosi ieri martedì 9 ottobre, denuncia il recesso dal Contratto Integrativo territoriale da parte di Cir Food s.c., comunicato ai Sindacati il 1° ottobre 2014. Secondo quanto riportato dalla sigla sindacale, il recesso avviene per una dichiarata “eccessiva onerosità” del contratto, un fatto che però i rappresentanti dei lavoratori ritengono essere smentito da tutti i dati di bilancio di Cir Food s.c. sulla Provincia di Modena.

"La disdetta maschera un attacco vero e proprio ai diritti sindacali dei lavoratori e delle lavoratrici e va in contro tendenza rispetto ad una storia contrattuale e di buone relazioni sindacali ultradecennale - spiega la Filcams/Cgil - Tale atto prefigura altresì un modello di impresa cooperativa che compete solamente sull'abbattimento del costo del lavoro e dei diritti sindacali e contrattuali dei propri soci-lavoratori, e punta all'impoverimento del lavoro come unica leva competitiva. In ciò risuona completamente l'attacco ai diritti del lavoro portato avanti dal Governo Renzi con la legge delega sul Jobs Act, cui il Senato ieri ha  dato il “la” con il voto di fiducia".

Il Direttivo Filcams-Cgil di Modena, nell'esprimere solidarietà  alle lavoratrici e ai lavoratori di Cir Food della provincia di Modena, si è perciò impegnato a sostenere la loro lotta per la difesa della contrattazione aziendale territoriale e la riconferma delle loro condizioni contrattuali, attualmente messe sotto scacco dalla scelta unilaterale dell'impresa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cir Food recede dal contratto integrativo e fa infuriare la Cgil

ModenaToday è in caricamento