rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia

"Le Poste Italiane non sostituiscono portalettere in ferie"

La denuncia dell'Slp-Cisl: "A rischio le consegne giornaliere della corrispondenza e i cittadini vedranno peggiorare la qualità del servizio nei mesi estivi, calo di qualità che avvantaggerà la concorrenza dei privati"

"La dirigenza di Poste Italiane non si preoccupa di sostituire in modo adeguato i portalettere assenti". Lo afferma la segreteria provinciale del sindacato Slp-Cisl di Modena. "Negli anni scorsi - si legge nella nota sindacale - l'azienda assumeva per il periodo estivo un numero sufficiente di precari, i cosiddetti 'trimestrali'. Nel 2009 ne furono assunti circa 80, l'anno scorso furono 30. Quest'anno, invece, Poste Italiane ha ulteriormente ridotto le spese e autorizzato l'assunzione di sole 25 persone per le sostituzioni, nonostante il calo degli addetti". Per la Slp-Cisl "sono a rischio le consegne giornaliere della corrispondenza e i cittadini vedranno presumibilmente peggiorare la qualità del servizio nei mesi estivi. Inoltre potrebbero essere vanificati gli sforzi dei lavoratori che negli ultimi mesi si sono adeguati a una pesante ristrutturazione la quale, portando il servizio su cinque giorni, ha comportato con un maggior carico quotidiano di lavoro. Il calo della qualità del servizio - prosegue Slp-Cisl - potrebbe avvantaggiare gli agguerriti concorrenti di Poste Italiane, presenti anche nella nostra provincia. Per questo, nei giorni scorsi, la nostra segreteria regionale ha incontrato i vertici aziendali, ottenendo però solo chiusure".

(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le Poste Italiane non sostituiscono portalettere in ferie"

ModenaToday è in caricamento