rotate-mobile
Economia Stadio Braglia / Piazza della Cittadella

Fiat: confermata la condanna per attività antisindacale, esulta la Fiom

Il giudice del Lavoro del Tribunale di Modena ha rigettato l'opposizione di Ferrari, Cnh, Maserati, Emmegi, Glem Gas, Titan e Rossi Motoriduttori, aziende condannate in primo grado per attività antisindacale

Ferrari, Cnh, Maserati, Emmegi, Glem Gas, Titan e Rossi Motoriduttori. Il giudice del Lavoro del Tribunale di Modena ha rigettato l'opposizione di queste sette aziende modenesi condannate in primo grado ad aprile 2011 per attività antisindacale nei confronti della Fiom. La denuncia dei metalmeccanici Cgil riguardava l'applicazione del contratto di lavoro nazionale separato 2009, mentre era ancora in vigore quello 2008, senza averne data alcuna informazione ai lavoratori interessati. Le imprese interessate all'epoca avevano allora fatto opposizione alla condanna, "ma il giudice ha oggi respinto questa opposizione - ha dichiarato Giordano Fiorani, segretario provinciale Fiom Modena - con alcune precisazioni interessanti contenute nella minuta del dispositivo scritto a mano".

SENTENZA - Questa sentenza, ha aggiunto Fiorani,"apre uno scenario importante nei confronti di Fiat, poichè significa che per i lavoratori delle tre aziende del gruppo (Cnh, Ferrari e Maserati) che non accettano il contratto nazionale 2009, rimane in vigore quello 2008, e la Fiom-Cgil che ne è firmataria intende dunque esercitare i diritti di assemblea, alle trattenute sindacali per i propri iscritti, all'elezione delle Rsu", diritti di cui dal 1 gennaio 2012, la Fiom-Cgil non gode più poichè non firmataria del contratto di gruppo Fiat del 13 dicembre 2011. Sempre alla luce di questa sentenza, alle prossime assemblee previste in Ferrari per il prossimo martedì 6 marzo per illustrare il contratto (già svoltesi in Maserati e Cnh con pesanti contestazioni ai dirigenti nazionali Fim Uilm e Fismic), la Fiom-Cgil annuncia che eserciterà il diritto di presenza.

RAPPRESENTANZA - "Se Fim e Uilm non convocheranno le assemblee in Ferrari, sarà la Fiom-Cgil a chiedere di convocarle - ha fatto sapere il sindacato delle tute blu Cgil - Se la nostra richiesta sarà respinta, significa che Fearrari non darà applicazione ad una sentenza del giudice". Forte della sentenza, infine, la Fiom andrà avanti con la preparazione dei ricorsi contro le aziende del gruppo Fiat che l'hanno esclusa dalle fabbriche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiat: confermata la condanna per attività antisindacale, esulta la Fiom

ModenaToday è in caricamento