menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti. A Modena due su tre sono differenziati, ma la TARI è sopra media regionale

Un dato positivo quello registrato dall'Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva sui rifiuti in Emilia-Romagna

Un dato positivo quello registrato dall'Osservatorio Prezzi e Tariffe di Cittadinanzattiva sulla spesa dei rifiuti per i cittadini dell'Emilia-Romagna nel 2018 che è di 278 euro contro i 302 euro della media nazionale. Tuttavia, se si legge il dato modenese questo supera abbondantemente quello regionale posizionandosi a 293 euro, ovvero 9 euro in meno della media nazionale.

E’ questo il quadro che emerge dalla annuale rilevazione dell’Osservatorio prezzi e tariffe di Cittadinanzattiva  che per l’undicesimo anno consecutivo ha realizzato un’indagine sui costi sostenuti dai cittadini per lo smaltimento dei rifiuti in tutti i capoluoghi di provincia, prendendo come riferimento nel 2018 una famiglia tipo composta da 3 persone ed una casa di proprietà di 100 metri quadri. 

In Emilia Romagna la spesa media a famiglia è di 278€, con il dato più alto a Reggio Emilia (313€) e quello più basso a Ravenna (247€), con Cesena e Forlì che hanno ridotto tale numero in un anno rispettivamente del 2,7% e el 1,8%, mentre a Modena rimane uguale. 

Tuttavia, non tutto il dato modenese è negativo infatti il 62,5% dei rifiuti è in raccolta differenziata, in linea con le migliori province non solo dell'Emilia-Romagna ma d'Italia, escludendo Parma che riesce a differenziare ben il 79,4% del totale rifiuti e con fanalino di coda Bologna con il 46,1%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento