Domenica, 1 Agosto 2021
Cultura

Curiosità Modenesi | Una Modena "romantica" nel cuore della California

Un sobborgo della città di Orange porta un nome che non lascia dubbi sulle sue origini. Ecco la storia di El Modena, da colonia agricola ottocentesca dei Quaccheri a quartiere residenziale globalizzato della Città degli Angeli

Nella lontana e notissima Contea di Orange, in California, è situato un curioso quartiere conosciuto come “El Modena”. Il suo nome, che come confermano studi etimologici deriva proprio dalla Modena emiliana, compare per la prima volta nel 1887. Ma com’è possibile che l’influenza della città geminiana sia arrivata così lontano? Per rispondere a questa domanda, è necessario scavare negli archivi americani, cosa che abbiamo fatto con il prezioso aiuto della Public Library della città di Orange

Le fondamenta della comunità vennero poste, come detto, alla fine dell'800 quando alcune persone migrarono ad ovest da una piccola colonia della Society of Friends - i Quaccheri - dell'Indiana e di altri stati centro-occidentali. Entro sei mesi, erano state costruite quasi duecento abitazioni insieme alla chiesa quacchera. La strada principale della città era Centre Street, a due isolati a nord di Chapman Avenue, che in seguito divenne la strada principale.

Per quattro anni il quartiere rimase senza un nome, fino a che, durante una serata conviviale, venne recitata una macabra poesia che rimase particolarmente impressa ai coloni. Narrava la storia di una ragazza bellissima, Ginevra, nascostasi per gioco in un baule di quercia durante il giorno del suo matrimonio e lì ritrovata senza vita cinquanta anni dopo. I versi, quasi a sottolineare ancor più la tragedia, erano ambientati in un luogo gioioso, cavalleresco, ricco di meraviglie architettoniche e naturali: Modena. Erano i versi tratti da Poems of Tragedy, un'opera del poeta romantico inglese Samuel Rogers:

If thou shouldst ever come by choice or chance    
To Modena, where still religiously    
Among her ancient trophies is preserved    
Bologna’s bucket (in its chain it hangs    
Within that reverend tower, the Guirlandina),
Stop at a palace near the Reggio gate,    
Dwelt in of old by one of the Orsini

Fu proprio questo contrasto a lasciare una traccia indelebile nel cuore degli abitanti, che rinominarono il loro quartiere “Modena”. Essendo però troppo simile a Madera, una città del nord della California, le potenti Poste degli Stati Uniti imposero un cambio di denominazione, che dopo diversi decenni di controversie portò infine al consolidamento del toponimo “El Modena”, nome che andava anche a sottolineare la presenza di una importante comunità latina nella zona. 

Nel corso degli anni, El Modena ha conosciuto un grande sviluppo. Originatasi da una colonia i cui abitanti erano principalmente agricoltori, negli anni ’50 del XX secolo è stata teatro di un’industrializzazione senza precedenti. Lo sviluppo, protraendosi per anni, ha fatto sì che ad oggi El Modena possa vantare di un reddito superiore al 75,9% dei quartieri in America.

Oggi purtroppo poco resta di quel romantico insediamento sperduto fra gli aranceti, che si è inevitabilmente trasformato in uno dei tanti sobborghi della megalopoli di Los Angeles, solcato da infiniti viali trafficati. Lo stesso nome è pressochè sparito dalle mappe da quando El Modena è stata assorbita nella Città di Orange. Ciò che resta è il fulcro della vita del quartiere, vale a dire la high school "El Modena", un importante plesso scolastico che serve una ampia zona della contea e vanta un'importante squadra di football, i Vanguards. 

Se anche in linea d’aria sono separati da 9.869km, i modenesi e gli “el-modenesi” sono più culturalmente vicini di quanto si possa immaginare. Si dice a tal proposito che gli abitanti del nucleo americano si distinguano per la loro coesione. Famiglie che si conoscono, generazioni che si tramandano le tradizioni più antiche.

I californiani non sono stati, tuttavia, gli unici a rimanere affascinati da Modena e dai modenesi. Per questo motivo non c’è da stupirsi se nel nuovo continente, oltre ad El Modena, ci siano altre città omonime alla provincia emiliana. Ogni “Modena d’oltre Oceano” ha le proprie peculiarità, ma il caso del quartiere dell’Orange si rivela interessante per l’estrema somiglianza a quello italiano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curiosità Modenesi | Una Modena "romantica" nel cuore della California

ModenaToday è in caricamento