Il progetto | Più cittadini modenesi alle isole ecologiche, più alberi in città

Al via la campagna promossa dal Comune di Modena e dal Gruppo Hera con l’obiettivo di arricchire ulteriormente il verde cittadino con 150 nuovi alberi nel 2018

Una Modena ancora più verde attraverso un uso maggiore delle stazioni ecologiche. È questo l'obiettivo di “Più alberi in città”, la nuova campagna promossa dal Comune di Modena e dal Gruppo Hera, in partenza a dicembre, che punta a piatare 150 nuovi alberi entro il 2018. Attraverso il progetto, infatti, per tutto il prossimo anno Hera donerà alla città un albero ogni 50 nuovi utenti domestici che conferiranno i propri rifiuti differenziati alle stazioni ecologiche. Nel mese di dicembre però, per il lancio dell’iniziativa, la cifra si abbassa e sarà donato un albero ogni 25 nuovi utenti. Con nuovi utenti domestici si intendono i privati intestatari di un contratto Tari che non hanno visitato una stazione ecologica neppure una volta nel corso del 2017.

Tutti i dettagli dell’iniziativa, che sarà supportato anche da una campagna sui social network, da eventi nei quartieri cittadini e da un piano di affissioni, sono disponibili sul sito www.ilrifiutologo.it/alberimodena.

“Con questa iniziativa – commenta l’assessore all’Ambiente del Comune di Modena Giulio Guerzoni – ci diamo l’obiettivo di arricchire ulteriormente lo straordinario patrimonio di verde e di alberi della nostra città che ammonta a 10 mila metri quadrati, solo per quello che riguarda il verde pubblico, equivalenti a circa 50 metri quadrati per abitante. Per raggiungere il risultato – prosegue Guerzoni – è necessario l’impegno di tutti e in particolare di chi non ha ancora l’abitudine di frequentare le stazioni ecologiche”.

“Le stazioni ecologiche sono parte fondamentale del sistema integrato di gestione rifiuti – ha aggiunto Alberto Santini, responsabile Servizi ambientali Ferrara-Modena del Gruppo Hera – e come tale devono essere promosse il più possibile. Questi impianti, infatti, rappresentano il canale di raccolta che garantisce la migliore qualità della differenziata e offrono ai cittadini una strada totalmente gratuita per diversi tipi di rifiuti che non possono essere smaltiti con la raccolta stradale, evitandone l’abbandono o l’errato conferimento, ad esempio nella raccolta indifferenziata”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le stazioni ecologiche a disposizione dei cittadini modenesi sono nove: infatti, alle quattro presenti in città (Magnete, Calamita, Leonardo e Archimede) - grazie a un accordo tra i Comuni - si aggiungono quelle di Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Castelfranco Emilia e San Cesario. Le aperture di questi impianti, per alcuni anche il sabato e la domenica, sono pensate per offrire agli utenti la massima flessibilità di accesso. L’elenco completo di relativi orari e materiali conferibili, nonché degli sconti sulla Tari, è disponibile online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento