rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica Bastiglia

Spica: "La sinistra di Bastiglia boccia il parco dedicato a Falcone e Borsellino"

Il consigliere comunale denuncia il voto contrario del Consiglio Comunale alla mozione che chiedeva di intitolare il parco Sole ai due giudici antimafia. Dal Sindaco disponibilità a individuare un altro luogo

Bocciata all'unanimità (M5S astenuto) la mozione per intitolare il parco antistante le elementari ai giudici simbolo della lotta alla mafia Giovanni Falcone e Paolo Borsellino: unico voto favorevole quello del promotore il consigliere comunale del gruppo civico "La Bastia" Antonio Spica. "Il PD si vanta di essere il partito della legalità, ma pur avendo dalla loro il presidente della commissione antimafia, e nonostante in campagna elettorale avessero organizzato un incontro in piazza sulla legalità col sen. Vaccari, martedì sera in Consiglio Comunale ha bocciato la mia mozione facendosi scudo dei bimbi delle elementari - spiega lo stesso Antonio Spica in una nota - con la scusa che anni fa scelsero loro il nome del "parco del sole" in questione". 

"Avevo scelto questo luogo proprio per la sua vicinanza al polo scolastico, non solo un segnale netto di un'amministrazione che si batte nella lotta alle mafie in un territorio dove l'infiltrazione mafiosa pare essere alta, ma anche per inculcare nei più giovani il senso della legalità e il ricordo dei giudici assassinati simbolo della lotta alle mafia - prosegue il consigliere -  Ma se da un lato lo scorso anno, in maniera condivisibile, aveva il pd criticato una manifestazione di piazza in cui vennero impiegati i bimbi con cartelli in mano, oggi percorrono lo stessi lo stesso errore strumentalizzando i bambini che oggi ragazzi, ne sono certo, non si sarebbero opposti al cambio del nome per un nobile scopo che avrebbe ulteriormente rivalorizzato il parco stesso nonché la comunità. Certo non sarà una targa o un luogo a combattere la criminalità ma bensì l'impegno costante nel senso del dovere di onesti cittadini a farlo, ma quel luogo ha un senso ben preciso".

"Fra i voti contrari quello del consigliere di minoranza vicino a Forza Italia e quello di maggioranza a cui "piace" chissà perché dialogare con Adriano Sofri, il leader di lotta continua - accusa Spica - A poco serve infine a seduta conclusa "l'invito" del capogruppo di maggioranza (suona quasi come una minaccia....) a non rendere la vicenda un caso pubblico, ma credo che i tanti bastigliesi che hanno condiviso la mia mozione, abbiano il diritto di conoscere come sono andate le cose. Do atto per dovere di cronaca, che il sindaco ha dato piena disponibilità nel ricercare un altro luogo consono, ritirando la mia mozione che ovviamente è rimasta sul tavolo e votata: è lecito però chiedersi per quale motivo il pd è rimasto passivo sul tema dal '92 e solo oggi si svegliano"

"Magari la prossima volta presenterò una mozione degna di ricordare Sofri o Dell'Utri, e perché no Carlo Giuliani, così come recentemente sui social ha ricordato la parlamentare Giuditta Pini", conclude ironicamente Antonio Spica.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spica: "La sinistra di Bastiglia boccia il parco dedicato a Falcone e Borsellino"

ModenaToday è in caricamento