menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A  Capodanno niente botti. Mirandola aiuta le regioni devastate dal maltempo

Un aiuto concreto quello promosso dal sindaco di Mirandola, Benatti, per la notte di Capodanno

Il risparmio dei botti di Capodanno sia donato alle regioni italiane devastate dal maltempo dell’ottobre 2018 e che nel 2012 sono accorse in aiuto della nostra città terremotata». Il sindaco di Mirandola Maino Benatti invita a non acquistare botti e petardi e a devolvere il denaro così risparmiato a chi vive ancora i drammatici effetti della devastazione provocata dall’eccezionale ondata di maltempo dello scorso autunno, che ha provocato diverse vittime e tanta devastazione.

"A Capodanno – spiega Benatti – ci si può benissimo divertire senza petardi e senza “botti”, che ogni anno rappresentano oltretutto un grave pericolo per la sicurezza e l’incolumità delle persone e degli animali. Il pensiero dell’Amministrazione comunale di Mirandola va alle popolazioni del Trentino Alto Adige, del Friuli-Venezia Giulia e del Veneto, che nei giorni del sisma del 2012 hanno prestato il loro generoso aiuto ai nostri concittadini terremotati e che ora meritano il nostro sostegno e il nostro abbraccio». L’appello è dunque alla responsabilità dei cittadini ma anche a un gesto di solidarietà molto importante in questo momento. Come Comune – conclude il Sindaco Benatti – invitiamo a versare il denaro risparmiato coi “botti” sui conti correnti attivati dalla Regioni interessate."

Gli Iban sono:

Emergenza Friuli-Venezia Giulia

Iban IT 47 W 02008 02230 00000 3120964 

Causale: “Subito al lavoro nelle aree colpite dall’alluvione 2018 in Fvg”.

Emergenza Trentino Alto Adige

Iban IT 12 S 02008 01820 00000 3774828

Causale “Calamità Trentino 2018”.

Emergenza Veneto

Iban: IT 75 C 02008 02017 000105442360.

Causale: “Veneto in ginocchio per maltempo ottobre-novembre 2018”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vignola. Sospesa dalla Municipale l'attività alla GimFive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento