menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vandalismo pre-elettorale, coperti i manifesti politici di Liberi e Uguali

La lista modenese del movimento di Pietro Grasso denuncia il vandalismo di Azione Identitaria: "SIamo nel pieno di una escalation fascista. Ora basta"

La campagna elettorale non è ancora ufficialmente iniziata, ma lo è il vandalismo sui manifesti politici. Purtroppo il malcostume di imbrattare. strappare o ricoprire i manifesti elettorali non è certo una novità e a Modena ha riguardato in più occasioni - e trasversalmente - molte forze politiche. I primi a farne le spese sono stati in questo 2018 i manifesti della neonata lista Liberi e Uguali, il movimento di sinistra guidato da Pietro Grasso.

Alcuni manifesti affissi accanto allo stadio Braglia secondo le regolari procedure comunali - non sono ancora stati installati e assegnati i pannelli elettorali temporanei - sono infatti stati coperti da un'altra affissione abusiva ad opera del gruppo di destra Azione Identitaria (in foto), che ha riproposto una campagna già iniziata lo scorso anno con altre affissioni e striscioni.

"Stiamo per denunciare il vile atto odierno alle Autorità di Polizia, ma qui siamo dinanzi ad un fenomeno più grande e complesso che richiede attività di intelligence e contrasto che speriamo prima o poi si dispieghi in tutta la sua pienezza costituzionale e delle norme - commenta Liberi e Uguali Modena, definendo razzista e fascista l'azione vandalica del gruppo di destra - Sono nemici della democrazia, dell’ordine repubblicano, della convivenza civile e delle regole base della comunità nazionale e locale. Noi non li sottovalutiamo e chiediamo il contrasto che meritano e l’unità antifascista delle forze politiche, sindacali, economiche e della società civile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento