rotate-mobile
Politica

Scuola di politica, il Partito Democratico modenese avvia DeMoLab

Prende il via la mattina di domenica 13 dicembre DeMoLab, la scuola di formazione organizzata dal Pd cittadino. Si tratta di nove incontri su temi di stretta attualità che si terranno a cadenza mensile, ospitati presso le sedi dei diversi Circoli modenesi 

Si chiama DeMoLab ed è la nuova scuola di formazione organizzata dal Pd cittadino. Consta, al momento, di nove incontri itineranti che saranno ospitati, a turno, dalle varie sedi dei Circoli modenesi del Pd. “Affronteremo argomenti diversi – conferma Monica Pradelli, responsabile Scuola e Formazione della Segreteria cittadina del Pd – Si comincia con l’ambiente, poi passeremo a sharing economy, legalità, euro-progettazione, ma anche immigrazione, comunicazione politica, smart city, cultura e diritti civili. Al ritmo di una “lezione” al mese copriremo il 2016 con un percorso di approfondimento aperto a tutti: iscritti, elettori e simpatizzanti”.

Il primo incontro-lezione è fissato per la mattina di domenica 13 dicembre presso il Circolo Madonnina di via Don Fiorenzi. A partire dalle ore 10.00 verranno affrontati temi di stretta attualità quali i cambiamenti climatici e il dissesto idrogeologico. Ne parleranno, da punti di vista diversi, il senatore Pd Stefano Vaccari, segretario della Commissione Ambiente e relatore del Collegato Ambientale, e il direttore del Servizio Idro-Meteo-Clima di Arpa Emilia-Romagna Carlo Cacciamani. Modera l’incontro il responsabile Ambiente della Segreteria cittadina del Pd Michele Stortini. Ad aprire i lavori, invece, il segretario cittadino del Pd Andrea Bortolamasi.

“DeMoLab vuole essere un luogo, aperto a tutti, per offrire momenti di riflessione e confronto – spiega Bortolamasi – Un laboratorio critico, dove analizzare i grandi temi che toccano quotidianamente la vita di tutti noi. Un partito, secondo me, non può prescindere da queste iniziative: sono un modo di allargare la nostra base, far dialogare e confrontare le persone su temi concreti e fornire spunti di riflessione. Un incubatore di idee e proposte, ecco come si può definire la scuola di formazione”. In corso di definizione i relatori dei prossimi incontri. Sulla sharing economy interverrà sicuramente Benedetta Brighenti, relatrice del parere di iniziativa in materia del Comitato delle Regioni Ue. Sui temi della legalità sono stati contattati Nando Dalla Chiesa, direttore dell'Osservatorio sulla criminalità organizzata dell'Università degli Studi di Milano e l’avvocato Enza Rando di Libera. Mentre sui temi legati all’immigrazione hanno dato la propria disponibilità ad intervenire l’europarlamentare Cècile Kyenge, ex ministro dell’Integrazione nel Governo Letta, e la deputata Lia Quartapelle, componente della Commissione Esteri della Camera. “Si tratta di incontri tendenzialmente seminariali – aggiunge Monica Pradelli – la cui interattività sarà affidata agli strumenti social, come il live twitting, oltre che naturalmente al confronto con i relatori. Alcuni temi, invece, saranno affrontati secondo la modalità del workshop, con i partecipanti suddivisi in tavoli di lavoro”.

“Non è un ossimoro che incontri organizzati dentro i Circoli Pd siano aperti ai non iscritti al Pd – conclude Andrea Bortolamasi – E’ un modo nuovo di "essere partito", con i Circoli che diventano luoghi aperti anche a chi non li vive abitualmente. Il mio programma di mandato, non mi stancherò mai di ribadirlo, riparte ed è centrato sui Circoli territoriali”. Per garantire l’autofinanziamento della scuola di formazione, i partecipanti verseranno una piccola quota per ogni incontro. Per ulteriori informazioni e iscrizioni si può scrivere all’indirizzo demolabpd@gmail.com. Aggiornamenti del calendario delle iniziative sul sito www.pdmodena.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola di politica, il Partito Democratico modenese avvia DeMoLab

ModenaToday è in caricamento