Riapre la Festa de L'Unità, a Ponte Alto si riparte per tre settimane

La Festa organizzata dai Circoli del Pd si terrà da venerdì 12 giugno a domenica 5 luglio e a fine agosto il consueto appuntamento sarà anche Festa Nazionale. Posti ai tavoli dimezzati

Riparte venerdì 12 giugno, la prima in Italia, la Festa de l’Unità organizzata dai Circoli Pd della città di Modena. La Festa si terrà nella consueta area di Ponte Alto, ma con modalità specifiche, così come previsto dai protocolli di sicurezza. La manifestazione era stata interrotta in febbraioa  causa dell'emergenza sanitaria: il Partito Democratico ha rimesso in moto al più presto la macchina organizzativa per recuperare l'evento, che rappresenta una voce sicuramente importante per la vita del partito anche a livello di bilancio.

Il venerdì e il sabato sera e la domenica a mezzogiorno, fino al 5 luglio, la ristorazione sarà organizzata in parte al coperto e in parte all’aperto. Il numero dei tavoli è stato dimezzato rispetto a quello dell’anno passato e il menù è stato semplificato, pur prevedendo ancora i piatti della tradizione e quelli a base di pesce. I volontari (in numero inferiore al solito per permettere di lavorare in sicurezza) saranno dotati di mascherine e guanti. Sia a loro che ai clienti verrà misurata la temperatura all’arrivo alla Festa. Non sono previsti buffet né self service. E’ gradita la prenotazione.. 

La direzione della Festa predisporrà un registro del personale presente durante ogni servizio, dei fornitori e degli avventori che conserverà, nel rispetto delle norme sulla privacy, per almeno 15 giorni. Sono previste specifiche sanificazioni degli ambienti, delle postazioni di lavoro, dei tavoli e di tutta la strumentazione utilizzata.

Naturalmente non si possono ancora tenere serate di ballo, ma si sta lavorando per prevedere, in accordo con le nuove norme, musica dal vivo da ascolto, il saluto di amministratori, parlamentari e consiglieri regionali e iniziative politiche in presenza. E’ stato invitato a partecipare alla Festa anche il segretario nazionale Pd Nicola Zingaretti. Si comincia venerdì 12 giugno quando porteranno il proprio saluto alla Festa, attorno alle 19.30, il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e il responsabile nazionale Organizzazione Pd Stefano Vaccari.

Stefano Manicardi, responsabile Feste nella Segreteria cittadina Pd Modena, spiega: "La Festa sarà molto attenta alle nuove esigenze di sicurezza. Abbiamo steso un apposito protocollo, sulla base delle norme nazionali e regionali, che prevede regole specifiche sia per i volontari che per i visitatori. Apposita cartellonistica ricorderà percorsi e modalità per evitare assembramenti. Tutti gli avventori, sia quelli del ristorante che quelli del bar, saranno serviti ai tavoli. Misure di sicurezza specifiche sono state pensate per le cucine, che saranno chiuse agli estranei, e per i volontari, in modo da tutelare la loro salute e quella degli avventori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stefano Vaccari, responsabile nazionale organizzazione Pd, commenta: Le Feste de l’Unità del 2020 saranno diverse e nuove. Le abbiamo ripensate assieme a un ripensamento complessivo del modo di essere un partito delle persone e digitale, che convive con il coronavirus, senza rinunciare ad essere comunità, a mobilitare energie, a fare iniziativa politica in forme nuove. Modena farà da apripista per dimostrare che le Feste si possono svolgere in sicurezza ed essere percepite come tali: per accogliere il pubblico “affamato di socialità” dopo mesi di confinamento sociale. Sarà una bella prova in preparazione della Festa Nazionale che si svolgerà proprio a Modena dal 26 agosto al 13 settembre prossimi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo amore per Nicoletta Mantovani, la vedova Pavarotti sposa a settembre

  • Coronavirus, 39 nuovi casi positivi in regione: 10 sono a Modena

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Coronavirus. Tampone obbligatorio per chi rientra da Spagna, Grecia, Croazia e Malta

  • Positivi di nuovo in crescita, l'Ausl si prepara all'inverno e ammonisce: "Rispettate le regole"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento