Politica

Chioschi, eventi estivi e Modena Calcio, "il Comune calpesta e ignora la programmazione dei privati"

Duro attacco del consigliere di Forza Italia Andrea Galli, che riunisce diversi casi dell'attualità politica modenese mettendo in evidenza la difficoltà delle imprese a confrontarsi con i tempi dettati dall'Amministrazione e dai bandi

"Modena calcio, Chioschi al Parco delle Mura ed eventi estivi ai Giardini Ducali: sono tre esempi perfetti dalla distanza siderale che separa le politiche dell'amministrazione comunale dal mondo concreto delle imprese". Lo rivela il capogruppo di Forza Italia Andrea Galli, che riunisce questi tre casi di attualità politica per mettere in luce quelli che definisce "tempi paradossali" cui i privati sono costretti dalle scelte del Comune.

"Il bando per la gestione dell'estate ai Giardini Ducali si chiude il 31 maggio, il bando per l'acquisto Modena calcio è appena stato chiuso ma i tempi si allungano sine die, la Delibera per la ripartenza dei Chioschi al Parco delle Mura dissequestrati nel giugno 2017 e’ del 1 marzo 2018 e gli incontri attuativi con i gestori solo alla fine di marzo, rendendo impossibile l’apertura per la fine di maggio/giugno", spiega nel dettaglio Galli. Il consigliere si domanda infatti come sia possibile per gli imprenditori di attività complesse programmare il lavoro, coordinandolo con altri soggetti, alla luce di queste tempistiche.

"Come è possibile organizzare gli eventi estivi ai Giardini Ducali con un bando che scade a fine maggio e vincitore dichiarato in giugno? Sarà ben difficile fare una programmazione di livello e a costi accettabili; chi tardi arriva trova quello che gli altri hanno lasciato; Il bando doveva essere predisposto per gennaio/febbraio al massimo. Come potrà la cordata che si aggiudicherà il Modena Calcio, qualunque essa sia, strutturare da zero una società, organizzare la campagna acquisti e costruire una squadra in grado di vincere la serie D partendo a giugno? Quali calciatori, quali tecnici saranno disponibili partendo per ultimi?".

Una questione delicata e sottolineata già da più parti in merito ai singoli casi citati dallo stesso Galli, che chiosa: "Pare che per il Comune dare una risposta oggi o dopo 6 mesi sia uguale, indifferente a qualunque esigenza di programmazione; se la squadra di calcio non sarà all'altezza, se il Parco delle Mura sarà inutilizzabile, se gli eventi ai Giardini Ducali non saranno del livello che avrebbero potuto avere, partendo per tempo, i modenesi dovranno adattarsi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chioschi, eventi estivi e Modena Calcio, "il Comune calpesta e ignora la programmazione dei privati"

ModenaToday è in caricamento