Lunedì, 2 Agosto 2021
Politica Piazzale Bernardino Ramazzini

Corteo in centro, antifascisti e partiti di sinistra tornano in piazza a Carpi

Sabato 23 giugno le forze politiche della sinistra modenese aderiscono alla manifestazione antifascista che si terrà a Carpi in solidarietà con gli attivisti recentemente condannati per i fatti del 4 agoto scorso durante la manifestazione di Forza Nuova

Sabato 23, con inizio alle ore 17 in piazza Ramazzini, la città dei Pio sarà teatro di una nuova manifestazione indetta da Carpi Antifascista e pensata come un corteo di protesta per le recenti decisioni della giustizia sui fatti del 4 agosto 2017. In quella sera d'estate, infatti, Carpi fu teatro di scontri fra militanti di Forza Nuova e gruppi informali di cittadini scesi in piazza per contestare la manifestazione del partito di destra.

Forza Nuova manifestò in via Marx, sotto la palazzina che avrebbe accolto di lì a poco un gruppo di richiedenti asilo, ma a margine del presidio si verificarono episodi violenti fra le due fazioni, con botte, lanci di bottiglie e colpi proibiti. Un militante forzanovista colpì anche un agente della Polizia in borghese con l'asta di una bandiera. Nelle scorse settimane sono stati emessi 28 decreti penali di condanna per quei fatti, due a carico di esponenti di destra e 26 nei confronti degli antifascisti, ritenuti anche colpevoli di manifestazione non autorizzata.

"Con questo corteo porteremo nelle strade di Carpi la concreta solidarietà ai 26 condannati per aver ostacolato Forza Nuova, faremo comizi nelle stesse piazze concesse ai neofascisti durante la campagna elettorale, presenteremo alla cittadinanza un fronte antifascista compatto e variegato, che non si farà fermare da nessuna misura repressiva", si legge nella convocazione della manifestazione da parte degli organizzatori.

Al corteo hanno aderito anche Potere al Popolo, Possibile, Sinistra Italiana, Rifondazione COmunista, Partito Comunista Italiano e Fgci - cui gli organizzatori hanno raccomandato di non portare simboli di partito perchè "la campagna elettorale è finita" - che si associano alle rivendicazioni degli antifascisti carpigiani: Come partiti e formazioni politiche, democratiche e antifasciste, siamo a dir poco perplessi e preoccupati per questa azione, nei confronti di chi, in modo pacifico ha solo ribadito i valori fondativi della nostra Costituzione; riteniamo inoltre la condanna esorbitante, soprattutto se si considera che è stata comminata sulla base dell’art. 18 del TULPS, ovvero sulla base di un Regio Decreto del 1931, quando l’Italia era fascista, tanto che questo stesso articolo, per ben due volte, è stato modificato dalla Corte Costituzionale. Nell’attuale clima, in cui si assiste alla inquietante avanzata dei nuovi fascismi sempre accompagnati da razzismo e xenofobia, vedere condannati degli antifascisti lascia senza parole".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo in centro, antifascisti e partiti di sinistra tornano in piazza a Carpi

ModenaToday è in caricamento