Alternativa a sinistra, a metà febbraio il candidato sindaco di Modena Volta Pagina

La lista accoglie anche il professor Elio Tavilla e ribadisce la propria opposizione al Pd sia al primo turno che nell'eventuale (e probabile) ballottaggio

"Non c'è uno scontro totale in atto tra barbari e civiltà, non cederemo al ricatto di Muzzarelli 'o Pd o Lega'. È una fregatura. Sono le politiche del Pd ad essere responsabili dell'avanzata di Lega e M5s. Entro metà febbraio avremo il nostro candidato". Motori già più che caldi per Modena Volta Pagina, l'associazione civica a sinistra del Pd e dei suoi alleati in Consiglio comunale che diventerà una lista vera e propria alle elezioni amministrative di primavera, puntando proprio ad attirare il consenso degli elettori di sinistra scontenti delle politiche dei dem locali.

La road map prevede un giro di assemblee alla palazzina Pucci, a partire da quella 24 gennaio, per procedere tra banchetti e riunioni arrivando a definire il candidato sindaco entro o verso "metà febbraio", a cura di un comitato di saggi interno. Lo segnalano per Volta Pagina oggi in conferenza stampa Marco Chincarini, consigliere comunale (alleato fino a qualche mese fa di Muzzarelli nel gruppo con Mdp-Per Me), Elio Tavilla e Rossella Ruggeri, storico e insegnante già attivi nel gruppo di esperti Amici del Sant'Agostino. 

Tavilla, docente Unimore, già candidato di punta della lista Potere al popolo alle politiche 2018 ("Aderisco a Volta Pagina- sfuma il diretto interessato- a titolo individuale, sono stato in passato candidato di Potere al Popolo e ora Potere al Popolo farà altre cose"), fa già capire che col Pd neanche partirà il dialogo, o quasi: "Gli elettori sono liberi e si discuterà in assemblea, noi non vogliamo fiancheggiare il Pd nè ora nè al secondo turno". 

Condivide Chincarini, non senza una certa ironia per la concorrenza nata in città dopo Volta Pagina ("A Modena ci sono solo laboratori e sono tutti chimici ormai, dalla lista culturale di Mezzetti a Modena Ora della Franchini"), e condivide Ruggeti. La quale cita subito la partita della riqualificazione all'ex sito industriale Amcm: "Sull'ex Amcm mancano i dati (come segnala da tempo Chincarini in Consiglio comunale, ndr) e qualcosa non quadra, stiamo preparando una delibera di iniziativa popolare raccogliendo le firme".
Chincarini ricorda sul tema la capofila Cmb: "C'è un solo partecipante al progetto, i tecnici parlano di 'progetto congruo' e nulla di più". 

Tra le altre priorità del 'manifesto' di Volta Pagina, si dice di volere "una città che non cresca con un'espansione urbana infinita, con la distruzione dei 23 ettari verdi di Vaciglio" mentre "15.000 alloggi restano sfitti", e si critica la giunta Muzzarelli qua e là anche sulla vertenza Italpizza, cosi' come "sull'insensata nuova autostrada Modena-Sassuolo".

(fonte DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento