rotate-mobile
Politica Piazza Grande

Riforme, a Modena sit-in del comitato in difesa della Costituzione

Comitati e forze politiche di sinistra di danno appuntamento in piazza Grande per una manifestazione contro le riforme costituzionali e i metodi del Governo Renzi. Appuntamento il 23 settembre alle 18

Domani, 23 settembre, si terrà un presidio in difesa della Costituzione a partire dalle ore 18.00 davanti alla Prefettura di Modena, intorno alle 18.30-19.00 il presidio si sposterà in Piazza Grande presso la "preda ringadora". Il presidio è organizzato dal Coordinamento per la Democrazia Costituzionale con lo scopo di manifestare il dissenso e la preoccupazione per questa "riforma" che, se portata a compimento, insieme con l'Italicum, distorcerà gravemente Costituzione e democrazia.

All'iniziativa hanno aderito le seguenti associazioni e partiti:
Giuristi Democratici; Associazione Le ragioni del Socialismo; Libertà e Giustizia; Comitati Acqua Pubblica; Comitato Sisma.12; ACT! Agire, Costruire, Trasformare; Movimento 5 Stelle; L'Altra Europa con Tsipras – L’Altra Emilia Romagna; Partito Comunista d'Italia; Partito della Rifondazione Comunista; Lista Per Me Modena; Sinistra Ecologia e Libertà; Il Circolo del Manifesto; Collettivo Studiare Studiare Studiare; Associazione Alkemia;  Comitato Futuro a Sinistra – Modena, Comitati Acqua Pubblica.

"In questi giorni è ripartito l’iter di modifica della Costituzione. La controriforma è approdata, per la seconda lettura, nell’aula del Senato senza che fosse terminato l’esame in Commissione a causa della maggioranza di Governo che, ancora una volta, ha forzato le regole arrivando a violare l’art. 72 della Costituzione stessa. Le modalità utilizzate dal Governo Renzi e dalla maggioranza che lo sostiene sono in linea con i contenuti pericolosi e antidemocratici di questa “deforma” della nostra Costituzione. Il combinato disposto, Italicum - modifica della Costituzione, produrrà una concentrazione di potere senza precedenti, almeno da quando l’Italia è una Repubblica. L’emergenza democratica che stiamo vivendo rende più che mai necessario e urgente far sentire alta la nostra voce di dissenso e smascherare ogni tentativo di raggirare l’opinione pubblica; se questa “riforma” sarà portata a compimento gli spazi democratici e di partecipazione, nel nostro paese, si ridurranno drasticamente e pericolosamente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riforme, a Modena sit-in del comitato in difesa della Costituzione

ModenaToday è in caricamento