rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica Zona Fiera / Via Emilia Ovest, 1480

"Illuminazione notturna? Al Grandemilia la pagano i contribuenti"

Lega Moderna segnala l'anomalia: l'illuminazione dei parcheggi di Grandemilia, Ipercoop e Rotonda sono pagate dai contribuenti, a differenza di di Esselunga, Unes e altri supermercati

Due pesi, due misure, verrebbe da dire: Nicola Rossi e Walter Bianchini, consiglieri comunali di Lega Moderna, sollevano una problematica che ancora non era nota ai contribuenti modenesi, il fatto cioè che l’illuminazione pubblica dei parcheggi di Grandemilia, Ipercoop e Rotonda viene pagata dai contribuenti. Lo sconcertante privilegio, per quanto risulti regolare a livello legale, pare incomprensibile agli occhi dei due consiglieri: perché queste spese dovrebbero essere a carico dei cittadini, che già devono subire una decurtazione delle ore di luce notturna a causa dei tagli previsti dal comune?

Per questa ragione i modernisti hanno interpellato l’amministrazione, sostenendo l'inconcepibilità di "favoritismi così clamorosi - spiegano in una nota - attendiamo con un misto di preoccupazione e curiosità quale sarà la risposta dell’amministrazione che gradiremmo concreta, certa, e che possa dissipare ogni lecito dubbio”. Insomma, per quale ragione Grandemilia, Ipercoop, Rotonda sì, Esselunga, Unes, DiPiù e tutti gli altri no? Il buon senso direbbe, o tutti o nessuno, e in questo periodo di tagli forse gli ipermercati dovrebbero coprire autonomamente le proprie spese, per non gravare sulle tasche dei modenesi.

I consiglieri comunali aggiungono anche di avere fatto richiesta “di altri atti amministrativi per conoscere gli importi che negli anni sono stati pagati dai modenesi, ma i tempi di risposta sono particolarmente lunghi anche se la complessità della richiesta non appare così elevata”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Illuminazione notturna? Al Grandemilia la pagano i contribuenti"

ModenaToday è in caricamento