rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Politica

Consiglio comunale: che fine ha fatto il leghista Stefano Barberini?

Il consigliere che voleva l'istituzione a Modena del Vasco Rossi Day è quello che ha fatto registrare in assoluto le statistiche peggiori per quanto riguarda la presenza e la partecipazione al voto

Di cosa rimane di una lista con oltre 11mila voti raccolti alle comunali 2009 e di quattro rappresentanti eletti in Municipio? Un consigliere comunale con le peggiori statistiche per quanto riguarda le votazioni e le presenze in aula. Questo lo stato in cui versa attualmente il monogruppo della Lega Nord condotto da Stefano Barberini: entrato in aula forte delle 119 preferenze affidategli dagli elettori, il consigliere ha preso parte al 64,4% delle sedute e ha partecipato solamente al 10% delle votazioni. A renderlo noto è stato il Comune di Modena tramite il report di fine anno sulle presenze e la partecipazione dei consiglieri comunali.

DUBBI - Ad acuire i dubbi sulla permanenza di Barberini all'interno del Carroccio si aggiungono altri elementi non di poco conto. L'ultimo intervento in aula del consigliere risale al 22 ottobre scorso in merito alla ben nota vicenda dell'accorpamento delle province tra Modena e Reggio Emilia e a livello mediatico la Lega modenese si espone soprattutto mediante le esternazioni del segretario cittadino Stefano Bellei che, sistematicamente, non fa mai cenni all'operato del "suo" consigliere in aula. Per quanto riguarda la concreta iniziativa politica, l'ultimo atto a firma di Barberini è una mozione bipartisan contro la promulgazione di una legge anti-omosessuali in Uganda: nel 2012, il consigliere è stato firmatario di otto istanze (odg, mozioni, interpellanze), mentre nel 2011 ne aveva presentate ben oltre un centinaio.

INIZIATIVE POLITICHE - Delle gesta politiche di Barberini, senz'altro sono da ricordare le celebri "cento interrogazioni" presentate a fine 2011 come manovra di ostruzionismo verso la maggioranza di centrosinistra e la giunta: in una seduta mattutina del 16 gennaio convocata esclusivamente a suo uso, l'esponente del Carroccio disertò l'appuntamento per malattia. Malattia comunicata via mail mezz'ora prima dell'avvio dei lavori. Degno di nota anche l'odg per l'istituzione del Vasco Rossi Day, una giornata evento tutta modenese da dedicare al rocker di Zocca: presentato ai media con tanto di conferenza stampa, il testo è stato depositato il 19 agosto 2011. Ad oggi, il documento non è stato ancora esposto in aula. Sempre per l'assenza del consigliere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale: che fine ha fatto il leghista Stefano Barberini?

ModenaToday è in caricamento