menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Croce Blu di Carpi si tinge di sfumature di cielo con il nuovo murales di Seba Mat

Il murales realizzato dall'artista modenese è un inno alla cooperazione, un ponte metaforico tra assistenza pubblica e mondo del volontariato

La sede della Croce Blu di Carpi rivela un nuovo volto o, meglio, nuovi volti. A realizzarli sul muro d’ingresso di via Marchiona è l’artista Sebastiano Matarazzo, in arte Seba Mat, originario di Novi di Modena.

Il murale, con al centro lo stemma della Croce Blu, rappresenta, poste ai due estremi, due figure: un volto di donna ed una bambina con un orsetto peluche tra le mani. Un braccio disteso collega le due figure, un simbolo di unione e speranza, un ponte metaforico incorniciato da fiori dalle tinte rosate e azzurre e sorretto da un cielo stellato.

croce blu carpi murales-2

Il messaggio che il dipinto trasuda è un inno alla vita, alla solidarietà e alla cooperazione sinergica tra volontari e operatori della Croce Blu. Il murale è dedicato a loro: esso trae infatti ispirazione dal libro “Il tempo degli altri”, una raccolta di 15 storie ed esperienze di volontari e operatori scritto da Mattia Cavani e pubblicato da Croce Blu, dimostrazione ed esempio vincente di due mondi, quello dell’assistenza pubblica e quello del volontariato, uniti al servizio e al bene di una comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ferrari, a maggio apre il ristorante Cavallino di Maranello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento