Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Carpi-Empoli 0-0 | Carpi bloccato dall'Empoli dei record, la salvezza è matematica

Buona prova dei ragazzi di Calabro che imbrigliano i primi della classe, sfiorando anche il successo

Gli zero a zero non sono tutti uguali. Quello ottenuto contro l’Empoli vale anche il “timbro del notaio” su una salvezza che era già in tasca da qualche settimana.  Il Carpi  che quest’anno aveva già infilato  otto “0-0” ne realizza un altro tre giorni dopo quello contro l’Avellino ma di ben altro spessore. Messa la museruola a Caputo e Donnarumma, poco incisivi dopo la festa promozione, il Carpi ha provato anche a vincere, disputando un match più che discreto e costringendo al “risultato perfetto” chi quest’anno non lo aveva mai fatto. L’Empoli andava in gol praticamente dal 27 settembre in tutte le occasioni. Almeno un piccolo record il Carpi ce l’ha: i toscani non sono riusciti a far gol a Colombi su azione nella loro trionfale cavalcata verso la A. Al “Castellani” fu infatti decisivo un penalty di Donnarumma.  

LA PARTITA - Ventisette punti di differenza tra l’Empoli già promosso e già sicuro vincitore della serie B (prima volta nella storia) ed il Carpi virtualmente salvo e nel contempo fuori dalla zona play-off. Toscani a caccia di record. Alla sesta promozione in A la squadra azzurra può ancora migliorare diversi primati, di società e assoluti.  Il migliore ed il peggiore attacco l’uno di fronte all’altro. Tre gli ex della gara: Bittante in biancorosso e Gabriel nella porta degli ospiti. Lollo resta inizialmente in panchina. 

Calabro presenta diverse novità – ben sei -  rispetto allo 0-0 di sabato contro l’Avellino. Confermati Colombi, i tre difensori e Melchiorri. Per il resto spazio a Calapai e Bittante sulle fasce, con in mezzo Giorico coadiuvato da Saber e Garritano, con Saric qualche metro in avanti. Nell’Empoli. Imbattuto nella gestione Andreazzoli, scende in campo la migliore formazione, con Zajc tra le linee e la formidabile coppia-gol Caputo-Donnarumma.

Neanche cinque minuti e la prima della classe confeziona la prima palla gol: da corner la palla arriva a Caputo, che con un tocco di destro prova a prendere in controtempo Colombi, bravissimo a distendersi e a deviare con un piede. La risposta del Carpi arriva al 13’, con Melchiorri che cerca il diagonale da destra, la sfera attraversa tutta l’area piccola ma nessun biancorosso arriva all’appuntamento col gol. Al 20’ altra opportunità per la squadra di Calabro: fallo di Maietta su Melchiorri, la conseguente punizione di Giorico finisce sulla testa di Saric che colpisce di poco a lato. Lo stesso Saric, al 27’ chiama all’intervento basso Gabriel, ben appostato nell’occasione e poi, al 35’, arma il sinistro di controbalzo sul quale il portiere brasiliano si dimostra reattivo e blocca a terra. Buon Carpi, con altre due “situazioni” interessanti: la prima al 37’,  con Di Lorenzo che anticipa di un soffio Saric e Garritano in area, visti e serviti da Melchiorri; la seconda al 41’ con un cross di Giorico che obbliga Maietta ad un tempestivo anticipo su Saber ben appostato per colpire. 

Dopo 10 minuti della ripresa Calabro inserisce Concas al posto di Garritano. I ritmi restano compassati, con l’Empoli che – a pancia piena - palleggia bene ma non ha poi tutta ‘sta voglia di affondare. Anzi, al 17’ i toscani rischiano di capitolare: Giorico calcia dalla bandierina, il pallone schizza fuori area in un zona dove è pronto Calapai che tira prontamente di destro. Il pallone prima viene toccato da Melchiorri e poi arriva a Bittante che da due passi calcia addosso a Gabriel. I biancorossi meriterebbero il vantaggio: al 21’ cross di Melchiorri dalla sinistra, tentativo di girata aerea da parte di Concas che però non inquadra lo specchio della porta. Poi, al 24’, è Melchiorri ad avere in canna il colpo dell’1-0, ma l’attaccante aspetta troppo per calciare e consente alla difesa azzurra di recuperare e di contrastarlo efficacemente. L’Empoli, tanto per non essere da meno, fallisce la prima occasione della ripresa al 27’: lancio lungo per Di Lorenzo che dal fondo mette in mezzo per Caputo, bravo ad attaccare il primo palo ma non a concludere. Pallone alto sopra la traversa. Al 33’ tocca a Mbakogu che rileva un esausto Saric. L’Empoli spreca con Caputo al 34’ un pallone d’oro servitogli da Castagnetti che l’ex Entella sparacchia alto.  Al 36’ Donnarumma tenta di piazzare il diagonale, palla fuori di un niente. Poi al 37’ è Verna a colpire di destro al volo fuori misura dopo un traversone di Giorico allontanato dalla difesa azzurra.  Al 43’ ci pensa Colombi a neutralizzare un bel sinistro angolato di Traorè. Finisce 0-0, risultato inedito nel torneo dell’Empoli e che consegna al Carpi (+10 su Ascoli ed Entella) la matematica salvezza. 

CARPI (3-4-2-1): Colombi 6,5; Poli 6,5, Brosco 6, Ligi 6,5; Calapai 6, Saber 5,5 (21’ st Verna 6), Giorico 6,5, Garritano 5,5 (10’ st Concas 6), Bittante 6;  Saric 7 (33’ st Mbakogu s.v.), Melchiorri 5,5. A disp.: Serraiocco, Sabbione, Malcore, Di Chiara, Palumbo, Pasciuti, Mbaye, Pachonik, Jelenic.  All.: Calabro 6.  
EMPOLI (4-3-1-2): Gabriel 6,5; Di Lorenzo 6,5, Maietta 6, Veseli 6, Pasqual 6; Bennacer 6, Castagnetti 6,5  Krunic 5,5 (26’ st Traorè 6); Zajc 5,5 (32’ st Brighi s.v.); Donnarumma 6 (42’ st Piu s.v.), Caputo 5,5. A disp.: Terracciano, Giacomel;  Imperiale, Polvani, Luperto, Untersee, Lollo, Piu. All.: Andreazzoli 6. 
ARBITRO:  Balice di Termoli 7 (Lanotte/Capaldo; Piccinini)
NOTE: ammonito nel s.t. 18’ Krunic. Recupero 4’ st. 
Spettatori 1868 di cui 750 abbonati. Incasso di giornata 8222,40 cui si aggiunge la quota abbonati di euro 8119,80.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carpi-Empoli 0-0 | Carpi bloccato dall'Empoli dei record, la salvezza è matematica

ModenaToday è in caricamento