Mercoledì, 28 Luglio 2021
Sport Via Divisione Acqui / Viale dello Sport

Volley, mister Giani conteso fra Modena e Milano. Le società chiariscono

Le voci che davano Andrea Giani prossimo allenatore dell'Azimut per la prossima stagione tramontano. I due club esprimo stima reciproca in una nota per scansare gli equivoci

(foto Powervolley Milano)

Fin dalle prime ore del travagliato esonero di  Rado Stoytchev, il nome di Andrea Giani era il più ricorrente nelle "voci di corridoio" del PalaPanini. Così però non sarà. Il grande ex non alenerà infatti il club canarino nella prossima stagione, ma resterà sulla panchina di Milano. A renderlo noto è una nota stampa congiunta di Modena Volley e Powervolley Milano, a firma dei due presidenti Catia Pedrini e Lucio Fusaro, che spazza via gli equivoci sorti nelle ultime ore nell'ambiente apllavolistico.

"Con assoluto rispetto della storia dei Club e del rapporto umano e sportivo, Modena e Milano tengono a chiarire una vicenda che avrebbe rischiato di guastare un’amicizia fondata su valori comuni non negoziabili - si legge nel comunicato - Andrea Giani è un allenatore, un professionista e un uomo straordinario e ha il cuore e l’anima divisi tra Milano e Modena. Modena rappresenta una storia e un amore che non potrà mai essere dimenticato. Milano è il presente, un progetto che si sviluppa e che sta dando grandi frutti.Nel 2018/2019 Andrea Giani allenerà Milano e accompagnerà la Società nel suo cammino volto a riportare il grande Volley in Città".

Stima reciproca e parole di amicizia dunque tra i due club, che hanno l’intento comune di "mantenere alto il progetto SuperLega e aiutare lo sviluppo del Volley in Italia". Catia Pedrini e Lucio Fusaro precisano inoltre di essere "due Presidenti filantropi senza alcun interesse personale se non quello sportivo" e che continueranno a lavorare in sintonia e armonia con una “rivalità sportiva che mai intaccherà la stima reciproca".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, mister Giani conteso fra Modena e Milano. Le società chiariscono

ModenaToday è in caricamento