rotate-mobile
Martedì, 20 Febbraio 2024
Sport

Modena Reggina 3 - 3 | Un pareggio stretto, tanto cuore e tanta rabbia

Al 'Braglia' Modena e Reggina pareggiano una partita che, quando sembrava essersi addormentata sull'1-1, è ripartita regalando tante emozioni, colpi di scena e un finale da brividi che ha lasciato più che amarezza, rabbia

Alla fine è solo un pareggio ma vale molto di più. Un vantaggio dopo pochi minuti, un ribaltamento della situazione e l'inferiorità numerica, la rimonta con un uomo in meno e addirittura un sorpasso, poi di nuovo tutto da rifare al 93'; in effetti il Modena ha trovato la forza in Nardini e Stanco, di muovere ancora le gambe arrivando ad un bel gol di Stanco, annullato da una terna arbitrale da dimenticare. Teniamo il buono però che ancora una volta è il bel gioco già visto a Verona e confermato oggi.

IL MATCH - Scalda l'ambiente in meno di tre minuti Ardemagni, al debutto da titolare, tentando un bel tiro dalla destra che Marino para bene. Altro che Ardegol! Non solo ha ben due occasioni splendide, ma al 5' su un bel contropiede di squadra si trova lanciato verso Marino e costringe Adejo ad un autogol, verrebbe da dire, da maestro; non poteva esserci un inizio migliore e il ragazzo dimostra di avere veramente la voglia di fare più che bene. La squadra gioca e pochi minuti dopo Stanco va al tiro ma Marino è attento. Sulla scia dell'entusiasmo si perdonano anche errori di disattenzione della difesa. Ma al 13' tutto torna alla normalità e Viola dal limite pareggia con un gran tiro a rientrare sul secondo palo, impensabile da parare, soprattutto per Guardalben appena fuori dalla porta. Al 17' Di Gennaro fa tutto da solo, recupera palla sulla tre quarti, punta l'uomo, lo batte e arriva nell'area piccola, tira ma si oppone il palo. Torna poi a provarci Ardemagni al 26', si fa spesso trovare nel posto giusto ma non trova la coordinazione necessaria a centrare la porta. Risponde Cosenza con un bel tiro da fuori parato da Guardalben. I canarini rischiano molto chiudendosi dietro e ripartendo, ma la difesa non è sempre ineccepibile. Appare fuori condizione Rullo che si fa sempre battere dall'avversario e manda in difficoltà tutta la difesa. Nella ripresa i canarini partono con poca convinzione e un po' di pesantezza, commettono tanti falli che fanno pensare che non riescano a contenere gli avversari. Infatti al 53' Perna è costretto a spingere un avversario in area e per lui ci sono rigore e rosso diretto, forse esagerato. E' Ceravolo sul dischetto a trasformare in gol un bel tiro a fil di palo, intuito da Guardalben ma irraggiungibile; le cose si mettono molto male. Ma mai dire gatto, così al 59' Stanco ci crede e trova un tiro dalla destra che batte Marino, colpisce il secondo palo ed entra sotto la Curva Sud in delirio. Ed ecco servito l'insperato: al 68' Di Gennaro batte un corner che finisce nella mischia, Carini senza pretese colpisce il pallone che lentamente va ad entrare in porta sotto gli occhi increduli di tutto lo stadio. E' il 79' quando Di Gennaro sfiora il quarto gol calciando una bella punizione dai 30 metri che finisce sulla traversa. All'86' il Modena rimane in nove dopo l'espulsione di Signori e si è costretti a soffrire. All'88' su un angolo degli ospiti Guardalben sfoggia una parata che vale la carriera. Nel terzo minuto di recupero poi, il neo entrato D'Alessandro approfitta di una mezza mischia in area e trova il gol del pari; subito dopo Stanco lanciato da Nardini arriva da solo davanti a Marino, segna, ma il guardalinee gli chiama il fuorigioco assolutamente inesistente.

LA SVOLTA DEL MATCH - E' il 53' quando Perna provoca un rigore dubbio e addirittura riceve un rosso diretto. Dal momento di noia che aleggiava si riaccende la partita e il Modena trova il cuore e la forza di reagire e mettercela tutta tirando fuori una bella prestazione.

DICHIARAZIONI POST GARA - Stanco: "Avevo già capito che il quarto gol era valido e c'è grande rammarico. Ero stanco e mi sono venuti i crampi, poi ho fatto gol. Il 2-1 è stato una mazzata, poi abbiamo recuperato con grande reazione. Tra Verona e oggi abiamo perso 5 punti importantissimi." Ardemagni: "Non mi aspettavo di giocare e sono contento in parte perché abbiamo pareggiato nel recupero ma è come se avessimo perso; sappiamo di aver avuto una grande reazione e andremo a Bari per vincere. Il pubblico è caldo e caloroso e mi piace andare a incitarli, mi trovo benissimo". Carini: "C'è tanto rammarico perché eravamo stati bravi a ribaltare il risultato. Dovremo ripartire dalla reazione e dalla buona prestazione". Cuttone: "Non ho nulla da rimproverare anzi devo ringraziare i ragazzi per la prestazione e il pubblico che ci ha dato una mano fino alla fine. Sono curioso di rivedere le azioni che hanno determinato gli episodi". Gregucci: "Non mi è piciuto l'atteggiamento della squadra in superiorità numerica. Dovevamo stare più attenti e concentrati, in pochi minuti ci siamo fatti raggiungere e anche superare. Mancavano ancora 2' dalla fine del secondo tempo e volendo c'era il tempo per fare 3-4. La prestazione del Modena è stata vigorosa, se ci sarà compattezza il Modena ha buone possibilità".

MODENA (4-3-1-2): Guardalben; Milani, Perna, Carini, Rullo (51' Bassoli); Nardini, Petre, Signori; Di Gennaro (82' Dalla Bona); Stanco, Ardemagni (79' Diagouraga). A disp.: Fortunato, Dalla Bona, Trombetta, Ricchi, Ansaloni. All.: Cuttone
REGGINA (3-4-3): Marino P.; Adejo (14' Marino A.), Emerson, Cosenza (75' Ragusa); Colombo (69' D'Alessandro), Rizzo, Viola N., Rizzato; Bonazzoli, Campagnacci, Ceravolo. A disp.: Kovacsik, Viola A., Barillà, De Rose. All.: Gregucci
ARBITRO: Giancola di Vasto
RETI: 5' Adejo (aut.), 13' Viola, 54' Ceravolo (rig.), 59' Stanco, 68' Carini, D'Alessandro
NOTE: ammoniti Ardemagni, Ceravolo, Bonazzoli, Rullo, Viola N., Emerson. Espulsi Perna e Signori. Due minuti di recupero nel primo tempo, cinque nel secondo tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena Reggina 3 - 3 | Un pareggio stretto, tanto cuore e tanta rabbia

ModenaToday è in caricamento