Martedì, 28 Settembre 2021

Dimore Estensi. Dal Castello di Ferrara al Palazzo Ducale di Modena

La famiglia Estense è sicuramente la più antica d'Italia ed è anche quella che ha governato più a lungo, in particolare dal 1208 al 1598 con capitale Ferrara e dal 1598 al 1859 con capitale Modena. In questo lungo lasso di tempo, la famiglia d'Este ha edificato vari palazzi, note come Delizie Estensi, ma due in particolare raccontano bene le due grandi fasi di questa nobile famiglia. Se a Ferrara è infatti il castello medievale volto alla difesa il nucleo centrale dei loro edifici, a Modena lo diventa il palazzo ducale con il suo sfarzo. In effetti, quando Niccolò II d'Este pensò ad una dimora sicura per la famiglia, lo fece realizzare perché fosse tutto pronto per un'invasione che tuttavia non arrivò mai, anzi fu lui stesso al centro di una congiura contro Ercole I d'Este, e quindi i nemici condividevano con lui le stesse stanze e non venivano da altri stati. Tuttavia, quando gli Estensi scapparono nel 1598 da Ferrara per fare di Modena una capitale, il loro intento era quello di creare una residenza ducale che fosse tanto imponente che non solo i capi di stato italiani, ma anche quelli di tutta Europa, rimanessero a bocca aperta nel vedere il luogo. Per ironia della sorte, quel palazzo fu invece attaccato, tra Napoleone, i rivoluzionari patrioti italiani e poi dall'arrivo dei Savoia. Tuttavia un elemento le accomuna, infatti per edificare il castello ferrarese gli Este incaricarono Bartolino da Novara, che già aveva realizzato quello di Mantova per i Gonzaga, e al tempo stesso chiederanno ausilio a Gian Lorenzo Bernini per il palazzo di Modena, il cui curriculum è noto a tutti per grandi capacità. 

Si parla di

Video popolari

Dimore Estensi. Dal Castello di Ferrara al Palazzo Ducale di Modena

ModenaToday è in caricamento